Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
46

46 però vi prego per amore di Cristo crocifisso, che voi il facciate, e spogliatevi d’ogni creatura, ed io sia la prima, e vestitevi per affetto d’amore di Dio, ed ogni creatura per Dio, cioè, d’amarne assai e conversarne pochi, se non in quanto si vede adoperare la salute dell’ anime, e così farò io, quando Dio mi darà la grazia, e di nuovo mi voglio vestire di sangue, e spogliarmi ogni vestimento che io avessi avuto per fine a qui. Io voglio sangue, e nel sangue satisfò, e satisfarò all* anima mia: ero ingannata quando la cercavo nelle creature. Sicché io voglio nel tempo della sollicitudine accompagnarmi nel sangue, e così trovarò il sangue e le creature, e berrò l’afletto e l’amore loro nel sangue: e così nel tempo della guerra gustarò la pace, e nella amaritudine la dolcezza, e nell’essere privata delle creature e della tenerezza del padre, trovarò il Creatore, ed il sommo ed eterno Padre. Bagnatevi nel sangue, e godete, che io godo per odio santo di me medesima. Altro non vi dico. Permanete nella santa e dolce dilezione di Dio. Jesù dolce. Jesù amore.