Pagina:Catullo e Lesbia.djvu/195

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

riconciliazione. 189

16.

A COPONE.


Credi, al mio ben maledir possa io mai
     2Che a me degli occhi miei più caro è assai?

No’l posso io già; nè, se il potessi, in core
     4Tanta mi brucerìa fiamma d’amore.

Scambi, Copon, le nostre parti, e a noi
     6La tua perfidia accusi e i falli tuoi.