Pagina:Cennini - Il libro dell'arte, 1859.djvu/238

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
198 indice.
Capitolo XVII. ||
Come tu dèi tingere la carta di cavretto, e in che modo la debbi brunire. ||
 Pag. 12
»XVIII. ||
Come dèi tignere la carta morella, o ver pagonazza. ||
 ivi
»XIX. ||
Come dèi tignere le carte di tinta indica. ||
 13
»XX. ||
Come tu de’ tignere le carte di colore rossigno, o squasi color di pesco. ||
 ivi
»XXI. ||
Come tu de’ tignere le carte di color d'incarnazione. ||
 ivi
»XXII. ||
Come tu de’ tignere le carte di tinta berrettina, o vero bigia. ||
 14
»XXIII. ||
In che modo puoi ritrarre la sustanza di una buona figura o disegno con carta lucida. ||
 ivi
»XXIV. ||
Primo modo di sapere fare una carta lucida chiara. ||
 15
»XXV. ||
Secondo modo a far carta lucida di colla. ||
 ivi
»XXVI. ||
Come puoi fare carta lucida di carta bambagina. ||
 16
»XXVII. ||
Come ti de’ ingegnare di ritrarre e disegnare di mano maestri più che puoi. ||
 ivi
»XXVIII. ||
Come, sopra i maestri, tu dèi ritrarre sempre del naturale con continuo uso. ||
 17
»XXIX. ||
Come dèi temperare tuo’ vita per tua onestà e per condizione della mano: e con che compagnia e che modo dèi prima pigliare a ritrarre una figura da alto. ||
 18
»XXX. ||
In che modo prima dèi incominciare a disegnare in carta con carbone, e tor la misura della figura, e fermare con stil di argento. ||
 19
»XXXI. ||
Come tu dèi disegnare e aombrare in carta tinta di acquerelle, e poi biancheggiare con biacca. ||
 20
»XXXII. ||
Come tu puoi biancheggiare di acquarelle di biacca, sì come aombri di acquarelle d’inchiostro. ||
 21