Pagina:Chi l'ha detto.djvu/691

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[1867] Le frasi storiche della Grande Guerra 659


In pieno Rinascimento abbiamo la polemica sollevata dalle ingiurie dell’umanista Desiderio Erasmo da Rotterdam che pure in Italia aveva trovato accoglienze liete, onori e aiuti di ogni maniera. Negli Adagia (che sono un rifacimento completo degli Adagiorum collectanea di lui medesimo e dei quali la prima edizione è dell’Aldo, del 1508) sotto il proverbio Myconius calvus, accennando a chi disse per ironia cresputo ad Apollodoro che era affatto calvo, trovò arguto di soggiungere: «Veluti si quis Scytham dicat eruditum, Italum bellacem, negociatorem integrum, militem pium, aut Poenum fidum», cioè: Come se desse dell’erudito a uno Scita, del bellicoso a un Italiano, dell’onesto a un mercante, del devoto a un soldato, o del leale a un cartaginese. Contro questo sciocco sarcasmo dell’

1867.   Italus bellax. 1

si rivoltarono gl’italiani, massime a Roma dove l’Erasmo si era fatto molti nemici fra gli umanisti e i filologi e Pietro Cursio, letterato romano (di Carpineto), lo attaccava fieramente con un opuscolo, oggi rarissimo (non conosco che l’esemplare della Bibl. Universitaria di Bologna) intitolato: Defensio pro Italia ad Erasmum Roterodamum e stampato dal Blado, tipografo Camerale, nel 1535, scrittura un po’ gonfia e da retore che si diffonde a narrare i fasti militari degli italiani nel quattrocento. Lo scritto del Cursio era preannunziato all’Erasmo da un amico suo, Francesco Rupilio, con sprezzanti parole in una lettera scrittagli da Roma il 29 marzo 1535 (ved. Des. Erasmi Opera omnia, to. III pars posterior, Lugd. Bat., 1703, col. 1763); e l’Erasmo stesso vi accennava in una lettera da Friburgo del 21 maggio 1535 al portoghese Damiano di Goa: «Itali passim in me debacchantur maledicis libellis. Romæ excusa est Defensio Italiæ adversus Erasmm, dicata Paulo III. Rixa nata e duobus verbis meis non intellectis. Ea sunt in proverbio, Myconius calvus, Veluti si quis Scytham dicat eruditum, Italum bellacem. Hoc interpretantur, quasi notarim Italos quod sint imbelles, quum his verbis Italia laudata sit, non vituperata. Edere, bibere, loqui, verba sunt media,
  1. 1867.   Italiano e bellicoso (due qualità che si contraddicono).