Pagina:Codifica numerica del segnale audio.djvu/216

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
198 Codifica numerica del segnale audio

quanto, affinché la codifica non dia origine a slope-overload, esso deve soddisfare la seguente relazione

  (5.163)

Con tale modulazione, però, nel caso di segnale d’ingresso costante si introduce una forma ineliminabile di idle channel noise (fig. 5.40). Infatti, in corrispondenza di un simile ingresso, l’uscita dal codificatore non può rimanere costantemente nulla, ma oscillerà con un’ampiezza pari ad un quanto.

Fig. 5.40 - Rumore di sovraccarico e granulare per modulazione delta lineare.

Entrambi i problemi di slope-overload e di idle channel noise possono essere attenuati ricorrendo, anche per la modulazione delta come per il DPMC, ad una quantizzazione adattati va (Adaptive DM: ADM).

Nelle applicazioni correnti, la velocità dei dati trasmessi con una modulazione delta, se non abbinata ad altre tecniche di compressione, è analoga a quella del logPCM (64 kb/s). Utilizzando una quantizzazione adattativa si può ridurre il throughput del codificatore a 32 kb/s.