Pagina:Commedia - Inferno (Imola).djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DI BENVENUTO RAM BALDI l tero Commento in Italiano, attenendomi nella prima Cantica più strettamente al testo, onde offrire un esempio della forma d’insegnamento di que’ giorni: fui meno legato nelle altre due Cantiche. Trascrissi uno dei testi più accreditati e moderni, portato da Paolo Emiliani Giudici, perchè si potesse confrontarlo coll’altro tratto tratto riportato dal Benvenuto, e dar giudizio sulle varianti. Coprendo Popera con una veste più moderna. mi lusingai di adescare, e renderla più nota ali* universale, e seguendo per quanto era in me lo scopo del gran Poeta, travidi un raggio di speranza di sospingere a meta più nobile gli studi di Letteratura moderna. mettendo sotto gli occhi di tutti le passate vicissitudini dell’Italia e com’essa fosse non pertanto, la iniziatrice di quelP incivilimento che ora si propaga nel mondo. Oh fosse pure che la pittura dei tempi passati scuotesse la vergogna de’ viventi, i quali cessando dalle fatali divisioni, non guardassero ad altro che a mantenersi nel vanto di primi maestri! Pensai in fine di offrire argomento, che sempre mai ho tentato di corrispondere alla fiducia in me riposta, non indifferente o freddo all’invito di patrio decoro, ed alla venerazione dovuta a miei Concittadini, che seppero ben meritare della posterità. - Giovanni Tamburini