Pagina:Commedia - Paradiso (Buti).djvu/321

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
   [v. 1-12] c o m m e n t o 309

Iddio fa senza mezzo, l’altre cose per mezzo degli angeli e dei corpi celesti e della natura tutta obediente a lui; ne le quali cose egli àne posto virtù informativa a ciascuno, secondo lo suo essere, e di questo è stato detto di sopra. Et a dichiaragione di quello che è stato detto de l’Astrologia debbiamo sapere, come è stato detto altra volta, gli Astrologi diceno l’ottava spera divisa tutta in due metà per uno cerchio che lo chiamano Equatore, sicchè l’una meta è in verso lo polo artico, e l’altra in verso l’antartico; e di lungi da quello per gradi 24 diceno essere uno cerchio in verso l’artico lo quale chiamano Tropico estivale; e così in verso l’antartico da la parte opposita di lungi dal detto Equatore per gradi 24 diceno essere uno cerchio lo quale chiamano Tropico iemale e diceno che è uno cerchio largo gradi 42, lo quale chiamano Zodiaco che cinge lo cielo da l’uno Tropico all’altro per traverso, sì che l’una parte tocca lo Tropico estivale, e l’altra lo Tropico iemale, e questo interseca l’Equatore in due punti oppositi, l’uno in verso l’oriente e l’altro in verso l’occidente. Et in questo Zodiaco sono li 12 segni; Aries, Taurus, Gemini ec.; e sotto questo Zodiaco è la via dei pianeti, sicchè mai non esceno di quello, sicchè lo Sole sempre va per lo mezzo de la sua latitudine per la linea elittica, sì che sei gradi sono di verso l’una estremità e sei in verso l’altra, e la Luna cerca col suo moto tutti questi dodici gradi che sono nella latitudine del Zodiaco da l’uno canto a l’altro; e così gli altri pianeti vanno sempre sotto lo detto Zodiaco tra l’uno canto e l’altro, benchè alquanti Astrologi diceno che Venus n’esce fuora uno grado, adunqua la via de’ pianeti è dall’uno Tropico all’altro. Et incominciano gli Astrologi lo moto dei pianeti dall’Equatore da quel punto che è in mezzo tra Pisces et Aries: imperò che quinde incominciò lo moto de’ pianeti quando Iddio fece lo mondo e vanno in verso lo Tropico estivale di segno in segno, sicchè quando lo Sole entra in Aries, che è presso al mezzo di marzo, allora dice incominciare l’anno; e d’Aries passa in Tauro in 30 di’, come ogni segno è 30 gradi; e poi di Tauro in Gemini, et all’ultimo grado di Gemini è iunto al Tropico estivale, et allora è lo maggiore di’ e la minore notte di tutto l’anno; poi entra in Cancro, et incomincia a scendere; e di Cancro in Leone, e di Leone in Vergine, e così é a l’ultimo grado di Vergine tornato a l’Equatore, et è pari lo di’ co la notte; poi entra in Libra et incomincia a mancare lo di’ e crescere le notti; poi di Libra in Scorpione; e di Scorpione in Sagittario, et a l’ultimo di Sagittario è iunto al Tropico iemale, et è la maggiore notte dell’anno e lo minore di’; poi entra in Capricorno, et incominciano a mancare le notti et a crescere li di’; e di Capricorno in Aquario; e d’Aquario in Pisces, et a l’ultimo grado di Pisces è