Pagina:Commedia - Purgatorio (Buti).djvu/191

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
   [v. 61-84] c o m m e n t o 181

pare ditto di sopra, ; tu, Dante, a Giovanna mia; cioè alla filliuola, de la quale fu detto di sopra, che per me chiami; cioè dimandi grazia per me a Dio, Là dove all’innocenti si risponde; cioè in quello luogo dove Iddio esaudisce li preghi de’ iusti: imperò che li preghi dell’iniusti Dio non esaudisce. Lo luogo dove Dio risponde alli preghi de’ iusti si è la Chiesa: imperò che Cristo disse: Domus mea domus orationis vocabitur; e santo Agostino dice: Quia veri sacrificii extra catholicam Ecclesiam non est locus. E non si dè intendere questo grossamente pur de la chiesa materiale, che è di mura e di legname; ma dèsi intendere che l’omo dè pregare et offerire a Dio quello che promette la santa Chiesa, e non altro. Bene è anco da attendere che la chiesa materiale è più atto luogo a l’orazione che niuno altro: imperò che a quel fine è costituto. Non credo; dice Giudici Nino a Dante, perchè non si meravilli ch’elli l’impone che lo raccomandi alla filliuola e none 1 a la moglie, che la sua madre; cioè Beatrice mia donna, madre di Giovanna mia filliuola, più m’ami; cioè me Gudici Nino, Poscia che trasmutò le bianche bende; cioè poi ch’ella si rimaritò a messer Galeasso Visconte, come, ditto fu di sopra; et allora trasmutò le bianche bende, le quali portava prima quando era vedova, Le quai; cioè bende bianche, convien che misera ancor brami; cioè convien che ancor desideri d’essersi stata 2 vedova, come era innanti che si maritasse. E questo dice per lo malo stato ch’ella arà col secondo marito; e questo pare che predìchi innanti che avvegn,a perchè quando l’autore finge che avesse questa visione 3, questo non era ancora avvenuto; ma poi che ebbe a scrivere la sua visione, innanti che scrivesse, avvenne; e però finge l’autore che Giudici Nino lo predica. Per lei 4 assai di lieve si comprende Quanto in femina foco d’amor dura; cioè pogo, Se l’occhio; cioè se non si vede spesso la cosa amata, e il tatto; cioè l’atto venereo, spesso noll’accende; cioè il foco de l’amore lo quale tosto si spegne, se queste due cose non vi sono. No li farà sì bella sepultura; questo si dè intendere quanto a la fama et a l’onore; cioè che nolli serà sì onore vile a morire donna di messer Galeasso, come esser morta donna di Giudici Nino; e però dice: La vipera; cioè lo biscione che è l’arme dei Visconti, che il Melanese accampa; cioè che quelli di Melano tegnano per maggiore insegna, quando s’accampano in nes-

  1. None; non, colla giunta dell’e per comodità di pronunzia, come tuttodì’ usa il popolo toscano, marchigiano ed umbro. E.
  2. C. M. essersi fatta vedova,
  3. Da - questo - a - la sua visione - si è tolto dal Cod. Magliab. E.
  4. C. M. Per lei; cioè per Beatrice mia donna, assai di lieve; cioè assai leggiermente, si comprende