Pagina:Commedia - Purgatorio (Buti).djvu/722

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
   712 p u r g a t o r i o   x x i x . [v. 82-96]

Cristo, e lo nascimento di Cristo e lo suo processo quale per narrazione propria, quale per narrazione dependente o circustante, e quale sotto figurazione, e quale sotto profezie; sicchè tutti cantano lode de la Virgine Maria, e diceno la loda de l’angiulo, che ella è benedetta sopra tutte le femine, e benedette Sien in eterno le bellezze tue; cioè le virtudi tue le quali dureranno in eterno, parlando de la Virgine Maria: però che tutti cantano le virtudi suoe. E perchè sotto la narrazione istoriale e litterale del vecchio testamento sta lo dimostramento de l’avvenimento in carne del filliuolo di Dio nel ventre de la Virgine Maria, però finge che questi seniori coprisseno l’erbe e i fiori, che significano lo vecchio testamento che figurava lo nuovo. Poscia che i fior e l’altre fresche erbette; che, secondo la lettera, erano in sul prato del paradiso, A rimpetto di me; cioè Dante, cioè incontra me, dall’ altra sponda: imperò ch’ erano di là dal fiume, et io Dante era ancora di qua, Libere fur da quelle genti elette; cioè poichè funno passati quelli 24 seniori e rimase lo prato scoperto incontra a me Dante; cioè poichè io ebbi passato parte del prato de la santa Scrittura, e rimasemi a considerare e mettere in ordine l’altre parti, per mostrare l’ordine del mio esercizio, Sì come luce luce in Ciel sigonda; ecco che induce una similitudine che, sì come nel cielo l’ una luce seguita di po’ l’altra: imperò che l’ uno corpo lucido segue di po’ l’altro: imperò che l’una stella va per lo cielo di po’ l’altra, e così l’uno pianeto di po’ l’altro; così Iddio ne la costituzione de la fede catolica l’una dichiaragione seguitte di po’ l’altra: imperò che di po’ la dichiaragione che fenno li 24 libri de la Bibbia, ponendo tutte le preparazioni che andavano inanti a l’avvenimento del filliuolo di Dio, e li misteri che ’l figuravano e le profezie che ’l prediceano, venne poi elli che fu luce chiarissima. E dimostrò la sua luce, predicando et operando; unde li Evangelisti scrisseno lo suo avvenimento, la sua vita et operazione, la sua predicazione, la sua passione, et ascensione in cielo, lo mandamento de lo Spirito Santo nei suoi Apostuli, l’ultimo avvenimento suo ad iudicare. Ne le quali tutte cose esercitandosi lo nostro autore di po’ la penitenzia fatta dei suoi peccati, per mezzo de la grazia di Dio meritò poi di contemplare la beatitudine dei beati; e per sè insegna che si debbia così fare dalli omini che sono nel mondo, che volliano scire de la bruttura del peccato e volliano ritornare a lo stato de la innocenzia, nel quale contemplando in carne l’eterna beatitudine per grazia, la meritino di ricevere poi in spirito per gloria; e però finge che di po’ li ditti 24 vecchi vedesse seguitare li 4 Evangelisti: imperò che di po’ lo studio ch’elli prese sopra lo vecchio testamento e compiette, prese lo studio dei 4 Evangelisti secondo l’ordine de la Bibbia, e però dice.