Pagina:Confessioni d'un scettico.djvu/140

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
136 confessioni d’un scettico

templo le cose dalle cime olimpiche della ragione conscia di sè, son scettico perchè veggo l’ironia dell’essere eterno che si traveste nelle forme caduche di sè stesso, a guisa di fanciullo che scherza coi dadi, come diceva Eraclito. Addio.