Pagina:Convenzione fra alcuni Stati italiani per la costruzione della Strada Ferrata dell'Italia Centrale.djvu/2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21

_______


PIUS PAPA IX


Essendo stata conchiusa in Roma tra il Nostro Plenipotenziario Signore Cardinale Giacomo Antonelli Nostro pro-Segretario di Stato, ed i Plenipotenziari di Austria, Modena, Parma e Toscana una convenzione per la costruzione della linea di strade ferrate, che per una parte debbasi da Piacenza dirigere per Parma, Regio, e per l’altra parte, staccandosi da Mantova, proceda egualmente a Regio, e di colà per Modena e Bologna a Pistoja o a Prato, la qual convenzione è del tenore seguente:


IN NOME DELLA SANTISSIMA ED INDIVISIBILE
TRINITÀ


Sua Santita'

Sua Altezza Imperiale e Reale l’arciduca-Gran Duca di Toscana ec. ec.

Sua Maestà L’imperatore d’Austria, Rè di Ungheria e di Boemia ec. ec.

Sua Altezza Reale l’Arciduca Duca di Modena ec. ec.