Pagina:Corano.djvu/149

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IL CORANO, CAPITOLO XVII. IL VIAGGIO NOTTURNO. (I) Dillo a Medimi.— III Versetti. In nome ili l/io clemente, e misericordioso. Lodi a colui che ha trasportato, nella notte.il suo servo dal tempio sacro (della Mecca)a quello lontano (ili Gerusalemme), di cui abbiamo benedetto »/ circuito per fargli vedere i nostri miracoli. Dio sente e vede tutto. .ii:T»Vr ’/i riinnS°ia v°Sè 11 Lll!r? W e ne abbiam fatto una gui- •FnS • irN°.n Pendete (abbiamo detto) altm protettore che Ilio. J. 0 posteri di quelli che abbiamo salvato nell'arca di Noè ’ Egli era un ser¬ vo riconoscente. ° • . * * 'c *1 iaram m° a’figli d'Israele nel Libro : Commetterete duo volte delle iniquità sulla terra, e v insuperbirete d un orgoglio smisurato (-’) fi. Quando l'adempimento della prima predizione segui, mandammo contro voi i nostri servi, uomini di una violenza terribile (3): penetrarono fino nel- I interno del tempio, e la predizione fu eseguita. (i. Si permise inseguito che prendeste la rivalsa sorressi, ed abbiamo ac¬ cresciute le vostre ricchezze, edi vostri figli; abbiamo fatto di voi un popolo numeroso. 1 1 7. (Abbiamo detto) : Se farete il bene, lo farete per voi; se farete il male lo rarete a voi stessi. Allorché il tempo della seconda promessa arrivò. (man¬ dammo de nemici) per affliggervi, per entrare nel tempio come vi penelraro-1 no la prima volta , e per demolire tutto (i). ' 8. torse Dio avrà pietà di voi ; ma so tornerete ai vostri peccati noi ancora (1) Il titolo di questa Sorata è preso dal sorgono stesso. Si tratta in pria d'nu viaggio aereo di Maometto dal tempio della Mecca a quello di Gerusalemme, « quindi il'im viaggio per i Sette Cieli lino al trono ili Dio. Maometto ha dovuto esser trasportato nelle regioni celesti dall'angelo Gabriele sopra una cavalcatura chia¬ mala Hurrah che la tradizione rappresenta un essere colle ali, con la figura di donna, il corpo di cavallo, c la coda di pavone. Si è lunga pezza disputato, ne'primi tempi del l'Islamismo, suirauteoticitàdi questo l'atto; gli uni sostenendo che questa gita notturna ebbe luogo soltanto in visione-, alili che fu effettuata da Maometto in persona. Moaviah, compagno di Maometto, ha sempre riguardato questo viaggio come una mera visione, e Ai dui moglie del Profeta assicurava anche che Maometto quando parti, tornò a lempa per rialzarlo senza che una goccia d’acqua si fosse versata. (2) I commentatori intendono per le parole due volle, i due grandi delitti com¬ messi dagli ebrei, prima la morte del profeta Inaia, e la carcerazione ili Geremìa, quindi la morte di Zuccaria, di Giovali Huliista , ed il complotto contro la vita di Gesù Cristo. (3) Secondo i commentatori, poco badando alla cronologia, può esser questione qui di Ujulel (Golia), o di Nabuccodonosor, o di Sennacherib l'assirio. (■i) Quesla seconda punizione si deve riferire alla conquisla di Antioco Epifanio, . ovvero alla distruzione di Gerusalemme falla dai romani.