Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/165

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la donna nella pittura e nella scultura 157


schezza di colore e con una certa vivacità da renderla maestra in quella specie di pittura.

È ciò, mi pare, un genere che potrebbe essere preferito dalla schiera femminile finché molti anni di studio e di vita indipendente non avranno fatta sparire la timidezza e la ingenuità che mostra nella pittura degli esseri animali. Se si contenterà di quello che può e sa fare la vedremo in breve prendere un bel posto nella pittura. Anche nelle scene eleganti, fine, aristocratiche, potrebbe facilmente riuscire come sempre, se procurerà di fare quello che veramente sente, senza sforzarsi a correr dietro ai soggetti che sono più in voga.

Un altro sbaglio è quello di credere che per aver un bel posto nell’arte ci sia bisogno di far dei quadri; per fortuna a quelle che si danno all’arte per chiederle il mezzo di vivere indipendenti, altre vie sono aperte, dove possono estrinsecare il loro gusto