Pagina:Cordelia - Piccoli eroi.djvu/287

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

L'eroe dell'officina 279


Mario, come al solito, si era sfogato a far disegni uno più buffo dell’altro, che tutti si passarono di mano in mano.

Rappresentavano nientemeno che un ragazzo che usciva dalla macchina tipografica colla faccia stampata, poi Gigi che faceva le boccacce a Pinella, e questi che dava un abbraccio alla macchina, ed altre simili stramberie.