Pagina:Corradini - Sopra le vie del nuovo impero, 1912.djvu/268

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Milano — Fratelli TREVES, Editori — Milano

Edizione illustrata della

TRIPOLITANIA

di

Domenico TUMIATI.


Tutta l’attenzione pubblica si è ora rivolta alla Tripolitania, mentre stanno per maturare gli eventi che rivendicheranno all’Italia e alla nostra civiltà questo paese in cui la civiltà romana e il dominio italico lasciarono tante impronte.

Quando Domenico Tumiati sei anni or sono compì il suo viaggio in Tripolitania e ne rese conto nel suo libro con spirito di italianità, con fervore d’artista e con severità di studioso, egli era presago degli avvenimenti che stanno per compiersi.

Egli visse per quattro mesi in quelle regioni. Tripoli e Bengasi, la Tripolitania propriamente detta e la Cirenaica, l’interno fino a Jeffren, Imsellata, Septis Magna, la Tunisia con le sue città pittoresche; tutta quella interessantissima regione che in parte ci fu tolta e in parte potrà ancora essere nostra, emergono da queste pagine in una luce nuova.

L’esplorazione fatta dal Tumiati e contrastata dalle gelosie dei Turchi, rivela un nuovo aspetto della Tripolitania, la fecondità e la ricchezza del suolo e lo speciale carattere delle popolazioni arabe. — Racconto di viaggio, tipi esotici di donne che affascinano con la loro bellezza e la loro strana vita, paesaggi smaglianti e mari in tempesta si avvicendano nelle pagine brillanti e singolarissime di questo libro che non si rivolge ad una stretta schiera di specialisti, ma soddisfa alla grande curiosità del pubblico ed è animato da un vivificante soffio di poesia.

Il libro del Tumiati, il cui nome è diventato popolare in questi ultimi anni per i suoi successi sul teatro, pareggia per merito letterario il Marocco e il Costantinopoli del De Amicis e l'Affrica Italiana del Martini. Un volume in-8, illustrato da 70 incisioni fuori testo:

CINQUE LIRE.


Dirigere commissioni e vaglia ai Fratelli Treves, editori, Milano.