Pagina:Cronica de matematici.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

L’ A U T O R E

A’   L E T T O R I.



DI molti Matematici ho trovato cotanto appresso gli Scrittori, che ho potuto tesserne Vite convenienti; d’altri poi che hanno havuta la fortuna manco favorevole, non ho potuto raccogliere tanto, ch’io habbia havuto il modo da scriverne à pieno; onde, accioche e gl’uni, e gl’altri havessero luogo nelle mie fatiche, ho posto insieme la presente Cronichetta, nella quale brevemente vò toccando i tempi, ne quali fiorirono, e le cose scritte da loro, e comincio da Euforbo, il quale secondo Laertio fù più


anti-