Pagina:D'Annunzio - Notturno.djvu/265

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

notturno 253

E v’è una soia costellazione
per l’anima sola:
la Buona Causa.

«Io non so se sia sonno
o languore, o se sia
la lampada soave
che dentro mi rischiara.
Chi terrà fra le braccia
me così trasparente?»