Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/182

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

HEU

— 178 —

1IEL

HAUSSEll.v. a. Alzare. Manca in tntt'i di- zionari. E quella operazione che gli anti- chi dicevano smorzare il pezzo.

1IAUTBOIS s. m. Oboi, chiarina, cennamel- la. Strumento delle bande militari.

HAUT-De-chai'SSB s. m. Scarsellaccio, scar- sellonc. Armatura fatta di panno e puerili- tà di cuoio che sottcntrù ai cosciali ne’ se- coli XV e XVI. V. Aiimes défensives. .

HAL'T I)e la hhèche. Allo della breccia. È la sommità di siffatta apertura.

HAUT-Le-bbas.AIIo braccio. Comando nelle artiglierie perchè il secondo Sorrento di si- nistra scuota il buttafuoco sul braccio e lo avvicini al focone.

ÌIAUT-FOUHNEAU s. m. Forno reale : in Roma forno fusorio , e fra noi allo forno. I.a sua forma esterna è di piramide qua- drangolare alta da 21 a 30 piedi, e la ca- vità interna componesidi diversi membri. Tutta la nomenclatura può vedersi alla pa- rola Fourrbau.

11AI T-LE-PIED s. m. Nome del sottocapo ne' vetturini del Treno quando erano or- dinati a squadroni.

IIAUTE-PAYE s. f. Soprassoldo. L'Alberti dice alla paga.

1IAUTEUR s. f. Altezza , fondo. Profondità di una schiera. siccome la fronte n' è la lunghezza. I Tattici sono ancora discordi se valga meglio la formazione su due o quella su tre righe.

HAUTEUR s. f. Altezza, eminenza. Ea quale sovrasta T aggiacente campagna.

De parapet. Altezza del parapetto, cito

il Maggi chiama merlatura.

HAVRÉ s. m. Arto. Ma chiuso sicuro c in- ternato.

1ÌAVRE-SAC s. m. Zaino. Tasca di pelle portata da’ soldati dietro alle spalle. I no- stri soldati l'addimandano sacco o mtirci- glia. V. IIaBIIXEMENT.

HAYON s. m. Sportello. Quella imposta che chiude o innanzi o indietro la cassa di al- cuni carri o carrette: le sue parti sono:

Epars. Traverse.

Hoclons. Stanghe.

Trksaiu.es. Sbarre.

IIE1DUQ13E, HEYDUO s.m.Riduca, ed bei- duca con Montccuccoli. Soldato unghero di fanteria , siccome l'ussero è proprio an- che della cavalleria ungherese.

1IÈAI.ME, H K A IME s. m. Elmo. Quest'or- namento e difesa dagli antichi guerrieri, vien oggi usato dalla grave cavalleria ,comc- chò una specie di elmo copra eziandio la lesta de'nostriVigili.V.AnMESDÉFKNsivBS.

HEAUMIERs. m. Artefice de'tempidi mez- zo, che lavorava clini.

HÉLÈOPILE s. f. Enopoli. Macchina , sic-

come una torre ambulatoria , per aprir la breccia. V. Machines anciennes.

IIÉL1CES s. f. Spirali, scannellature , sca- nalature. Sono quelle del manico di scia- lila , o dell’anima delle carabine rigate.

HÉMATITE s. t.Emulila, cinabro minerale. Ossido di ferro piè puro il quale serve ta- lune volte a dare il colore d' acqua.

HÉRAUT D’ARMES s. tu. Araldo , re d’ar- me, il feriale de' Romani. Intimava la guer- ra o portava la disfida della battaglia.

I1ERBUE s. f. Terra alluminosa. F. un fon- dente del minerale di ferro quando abbon- da di calce.

HÉRISSON s. m. Itasi ardo. Ruola dentala de' mulini da polvere, le cui parti tolgono queste denominazioni :

Alluchons. Denti.

Chantbaix. Segmenti.

Embrasslbks. Crocere.

GoussetS. Triangoli.

—— ParemenS. Cerchi.

HÉRISSON s. m. Riccio. Grossa trave con punta lunghissima di ferro che gli antichi ponevano a meglio sicurarc uu passo, ed i moderni a difesa delle brcccie. V. Hkr- siu.o.n , Machines ancibnnes.

Foudroyant. Riccio fulminante. Fuoco

artificiato armato di punte di ferro per di- fendere le brecce. Oggi disusato.

HERMINETTEs. f. Ascia torta. Strumento siccome un' accetta (iiacbe de bccheron) fornita di ferro leggermente curvo posto perpendicolarmente al manico nel verso della lunghezza V. Oiìties.

A'main, Petite herMinette. Ascella.

Strumento da bottai. V. Essette.

A’marteau. Piallella da pulire. So ne

fa uso per appianare o squadrare i legnami. L’ Alberti chiama questa ascia torta e la prima ascietta o piallella da pulire. Ed io mi ci conformerei.

HERSE s. f. Saracinesca, seracincsca. Porta di tavoloni, o cancello di travi per chiuder la porta delle antiche fortezze. V. SaraSI- ne , Gataracte , Orc.cb.

HERSILLON s. m. V. Hérisson.

UÉTRE s. m. Faggio. Il suo legno è duro elastico e tiglioso quando c giovine. Se ne fanno ceppi da pialle , tacchi da proietti , magli, pale e lavori di tornio. V. Bois.

IV écorce noirJtre. Faggio a corteccia

nericcia.

IV écorce blanchòtre. Faggio a cortec- cia biancastra.

HEURTEQUIN s.m.Battitoio, e fra'nostri di- cevasi urfafoto.Era un pezzo di ferro cui ur- tavano i mozzi dello ruoto per preservare lo spallette degli antichiassi di legno o il cor- po d'asse di ferro degli antichi avantraini.

Digitized by Google