Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

MON

— 208 —

MON

MONTAN3 8. m.Sguancie, sguanci. facciali. Parto della briglia. V. Bride.

MONTÉE s. f. V. (alee.

MONTEK v. n. Ascendere. E diccsi degli uf- fiziali nel salire di grado.

MON TEK v. a. Incacallare. Fornir di caval- li la gente a piede. Ma ad alcuni non pia- ce questo vocabolo, atteso la sonora cagio- ne clic per analogia significherebbe divenir cocolla /

MONTEK v. a. n. Montare, incacalcare , incassare. E il comporre un'arma portati- le , o una macchina di tutte le suo parti ultimate; ed in quest’ultimo caso il Birin- gticeio usò anche incarnare. Pure le primo due voci sono vieppiù generiche, potendosi adoperare altresì per la composizione di un'arma portatilo. V. Affi)ver.

A'cbeval. Montare a cavallo, o insella.

A’ la vrèche. Montare o salire sulla

breccia.

A' I’assalt. Assaltare. Salire per forza

sulle mura di una fortezza. V. Dorser

l' ASSAl'T.

A' poil. Cavalcare a bisdosso. Caval- care il cavallo senza sella.

La garde. Entrare in guanlia, montar

la guardia. Diccsi de’soldati che principia- no la fazion della guardia. V. E.vtrer en factio.x. Ma la seconda frase compete an- che agli udìziali clic entran di guardia.

Les pièces. Cavalcare, incacalcare, in- cassare, incarnare le artiglierie.

Sur la drèuie. V. Mustek a’la brè-

ciik.

Use lame. Armare, mettere a cavallo o

montare una lama, fìuamirla di tutei suoi fornimenti. Ma non solamente una lama, si ancora un fucile od un’ arme qualunque si monta e smonta.

MONTE-RESSORT s. m. Tiramolle: tra noi mono. Strumento di che si ha bisogno per isconqiorre l'acciarino, togliendo il mello- ne e la molla della martellina.

MONTEUR ». m. Incassatore, c fra noi acca- callatore. V. Éql'Ipei r-mostei’R.

MONTICULE s. m. Paggetto, tumulo, o tu- mulo. V. Elévatios de terre.

MONT-Joie-saist-Desis. (irido d'armi o di guerra sotto i primi Re francesi.

MONTOIK s. m.Montatoio, cavalcatolo. Luo- go alquanto alto nelle cavallcrizzc.pcr co- moditi di montare a cavallo.

MONT-PAONOTE. Monte degl' invulnerabi- li , ovvero de’ codardi. Sito elevato in cui si è sicuri da danni |ier osservare un com- battimento. Ma i carissimi infranciosati il t radnrrcbbcro monte delle pagnotte ?

MONTKE s. f. Campione, scampolo, mostra. Saggio di checchessia per far conoscere la ■

qualità di quo’generi cho coglionai dare in appalto. V. Èchastillos.

MONTURE s. f. Montatura.Parte del fodero. V. Fot RREAl’.

MONTURE, s. f. Cassa , c fra noi montatu- ra. V. Bois.

MONTURE s. f. Fornimento. Tutti gli elsi della sciabla o della spada.

MOQUEs.f.Mocca.SpeciodipuIeggia o bigot- ta 1CAP-DE mootos) senza ruotino, con un largo foro per il quale può liberamente pas- sare un cavo.

MORAILLE s.f.àfonM.Spccie di tanaglia per tener fermo il labbro di sopra del cavallo nel ferrarlo.

MORAILLON s. m. Maslielto, monaco, luc- chetto. Pezzo piano c mobile che unito ad un altro fisso, con mastio, serve per chiu- dere cassoni cassette , o altro. I nostri ar- tefici lo chiamano mappa , c nella nostra nomenclatura è tradotto lucchetto,comechè a rigore questa parola convenga a quell’ar- nese che in Na|>oli di cesi calcnaccetto. Nè la parola monaco segna ta nel dizionario piemontese è nella Crusca.

MORDS De la tkkaille. Buche della te- naglia.

MORDACIIE s. m. Morsello da banco. Mor- setto di legno o di metallo'scnza la vite da aprire e chiudere, cho tiensi fra le bocche della morsa per istringcrc i lavori senza guastarli. V. Tekaille d'etabli.

MOKDKE v. a. n. Mordere, afferrare. Dico- si dell'ancora quando le sue marre han pre- so nel fondo.

MORDRE La pocssiére..Mordere il terreno. Frase militare por dire essere ucciso in combattimento.

MOKEAU s. in. Gabbia, musoliera. E quella rete in cui mangiano i cavalli (piando sono attaccati ed anche andando. I nostri sol- dati la chiamano morale. V. Mi-sette.

MORFIL s. m. Filo moria, o riccio. Parti di acciaio impercettibili che restano al filo di una lama, i qualijtolgonsi ripassandola su coti più fine.

MOKlON s. m. Morione.Era simile alia cela- ta aperta, ma con crosta altissima, proprio della gente da piè. V. Arxes defessiv es, Salade.

MORS s. ni. Morso, freno che è più nobil voce ma poetica. Componesi di due parti principali l imboccatura emiiok.iioir) c la guardia (rbvvche).

Dm s. Morso dolce. Si adattano i diversi

morsi alla bocca del cavallo.

Ri de. Morso aspro.

MORSER v. a. Frenare, imboccare. Mettere il freno a'cavalli.

MORSI ER s. m. Frenaio. Colui clic fa i morsi.

Digitized by Google