Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
50
Honore.

L’Oro, e ricchezza manìfefla.

FAVOLEGGIARONO gli antichi Poeti, Saturno hauere hauuto quattro figliuoli, à i quali, per edere’Vecchio, di natura graue_j,&T’pegra_>, diuife l’imperio, èC" furono nominati, Gioue, Giunone, Nettuno, 8_Plutone, figurati da gli antichi, 3*, moderni fcrittori, per li quattro elementi, cioè Gioue perii fuoco, Giunone per l’aria, Nettuno per l’acqua, & Plutone perla terra; & per edere Plutone Signor e di quella inferiore parte terra, circondata da gli altri elementi, & da i cieli, ne le cui interiora la natura nafeofe tutti i metal li, le gemme, i thelòri, & tutte le altre cofe pretiofe. di fiero lui edere il Dio delle ricchezze, & la fua habitatione edere nella città delle richezze,poflanel centro della terra, dettaaltrimente Dite,cioè ricca,& quello fòrfi,perchè eflendo 1 e ricchezze proprie della terra, tempre habbiano à tornare nella terra.ne credo,che alcuno fi troni appiedo di noi, quantunque fia di poco giudi Ciò, Se difcorlò, che non veggia, Se chiaramente conofca,quanta forza habbia ne i petti huma ni,l’oro,& le gemme, le quali hanno forza di efi pugnare le menti più làide, però vediamo coloro,che fono copio!! di quello finidìmo metallo, edere padroni di ogni colà, pofcia che per il mezo di quello; il tutto inchinanoà i loro voleri, che ne il marmo, neil duriflìmo acciaio li può «filiere, come ben diflel’Ariollo. Che toro, e il premio ogni durerà inchina, Però