Pagina:De Amicis - Marocco.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

tangeri 89


veduto sulle sponde del Fiume delle Perle? Che uomo doveva essere un governatore chiamato Figlio della cavalla? Il nostro Incaricato fece varie domande riguardo alle distanze, all’acqua, all’ombra. Sidi-Bargas aveva tutto sulla punta delle dita, e da questo lato bisogna riconoscere ch’era molto al di sopra di Visconti Venosta, il quale non sarebbe certo in grado di dire a un ambasciatore straniero quante sorgenti d’acqua pura e quanti gruppi d’alberi si trovano sulla strada da Napoli a Roma. Augurò infine un buon viaggio colla formola: — La pace sia sulla vostra strada, — e accompagnò l’Incaricato fin sull’uscio, stringendo la mano a tutti coll’apparenza d’una grande cordialità. Il Caid Misfiui, sempre muto, ci porse la punta delle dita, senza guardarci nel viso. — La mano, veh! — dissi tra me stendendogli la mia; — non la testa.

Eravamo già fuori della sala, quando il ministro ci raggiunse.

— Che giorno partite? domandò al Comm. Scovasso.

— Domenica, — questo rispose.

— Partite lunedì! — disse in tono premuroso Sidi-Bargas.

L’Incaricato gli fece domandare perchè.

— Perchè è giorno di buon augurio! — rispose con serietà, — e fatto un nuovo inchino, disparve.