Pagina:De Roberto - Documenti Umani.djvu/247

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ogo. Qualche volta io sento di arrossire, tanto a fondo scruta nell'anima mia.


                                                25 ottobre.

Quando i miserabili accozzatori di parole hanno detto che una sensazione od una emozione sono ineffabili, hanno detto tutto.

È una confessione d'impotenza.


                                                26 ottobre.

«Io qui non esprimo abbastanza bene quanto le nostre anime erano in comunicazione in quel momento. In generale, io non posso esprimere le sfumature delicate, il profondo, il meglio delle cose, perchè i termini mancano....» (Stendhal).


                                                27 ottobre.

Lo svolgimento del periodo musicale imita ancora più da vicino lo svolgimento del pensiero, coi due salienti caratteri di continuità e di multiformità. Intorno alla frase principale altri motivi meno distinti si affollano, come una congerie di idee e di imagini fa corteggio al pensiero dominante.


                                                     Notte.

Io non andrò più a teatro. L'opera in musica è una profanazione. L'elemento personale