Pagina:Deledda - Amori moderni - Colomba, Roma, Voghera, 1907.djvu/166

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
160 colomba


tana, fantastica, impalpabile. Che farebbe ella nella città? Strappata dalle macchie natie, diventata la signora Azar, fra le infinite miserie della vita quotidiana cittadina, ella perderebbe tutto il suo fascino. Antonio pensava così, e desiderava ardentemente che venisse un rifiuto: cominciò a temere il contrario ed a pentirsi della leggerezza con la quale aveva fatto la domanda di matrimonio. Inoltre la città, ogni cosa, ogni oggetto della sua camera, il panorama che godeva dal suo balcone, i libri, i ritratti, le memorie grandi e piccole, gli ricordavano l’antico amore, e lo facevano rivivere nel passato con