Pagina:Deledda - La fuga in Egitto, 1926.djvu/102

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 96 —

mare sarà tua, quando sarai grande e conoscerai l’amore.

Tutto gli ritornava su dal cuore agitato, mentre saliva gradino per gradino, e gli pareva, come in certi sogni, di andare su per una scala pericolosa.

Si fermò sul pianerottolo; anche la porta dell’appartamento era socchiusa, e gli diede l’impressione di una bocca aperta per parlare.

Una voce ne usciva infatti; ed egli intese allora il senso d’inquietudine e l’istinto subcosciente che lo avevano incalzato e condotto fin lì.

Era la voce di Ornella.

Ritaglio separatore capitoli grappolo.jpg

— Questo è l’affare, questo, La Bulvin. Lo sanno tutti, oramai, che quella sgualdrina sta per mettersi con te,

— Smettila, Ornella, — disse la voce di Antonio; ed era pacata, anche allegra, ancora tinta dal calore leggero del vino spumante; ma come sempre ci si sentiva un fondo di finzione.

Questo doveva irritare maggiormente Ornella perchè la sua voce risonò più forte, rauca e provocante, quale un giorno il maestro gliela aveva