Pagina:Deledda - La via del male, 1906.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IV.

Per due settimane egli rimase in paese, aiutando zio Nicola a rimettere il vino nelle botti, o lavorando in un orto vicino; poi salì sulla montagna e fece la provvista delle legna per l’inverno.

In quelle lunghe ore di solitudine, nell’orto solitario o sui boschi dell’Orthobene, egli pensava sempre alla giovine padrona. Gli pareva di non esserne innamorato, ma sebbene Maria gli piacesse immensamente, pensando a lei egli non osava più accarezzare i desideri stolti, gli sciocchi propositi di vendetta amorosa, che lo avevano qualche volta assalito.

Maria non era donna da invitare gli uomini allo scherzo amoroso: Pietro arrossiva ricordando d’essersi per un attimo illuso sulle intenzioni di lei a suo riguardo, e divertito all’idea di piacerle.

Egli ora la vedeva sempre nel suo alto posto di padrona benestante e dignitosa: lo sguardo di lei, acuto e luminoso, tagliava come una lama.

Anche nelle più umili faccende, o ridesse o si mostrasse insolitamente seria, ella era sempre una