Pagina:Deledda - Marianna Sirca, 1915.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 17 —

gido, con la barba nera quadrata di sacerdote egiziano, lei pallida e fina nel fiore di melagrano del suo corsetto.

Simone fu il primo ad essere servito.

— Non ti capita tutte le sere a dividere il tuo pane con donna, — disse zio Berte versandogli da bere nella tazza di corno.

— E che donna! — rispose pronto Simone bevendo e guardandola; e a lei parve che il vino brillasse attraverso la tazza opaca.

— Eppure anche ieri notte Simone ha mangiato con donne, e belle anche, non ignorando Marianna! — disse Sebastiano geloso.

Marianna sollevò gli occhi.

— Erano mie sorelle, sì: sono stato a casa perchè mia madre è malata.

Un momento di silenzio, grave e triste: poi Marianna domandò, quieta:

— Come sta adesso tua madre?

— Mah, il solito male suo, al cuore. Sorelle mie sono brave, per conto loro, ma si spaventano facilmente per gli altri; così mi mandarono a chiamare, perchè vedessi