Pagina:Deledda - Marianna Sirca, 1915.djvu/254

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 247 —

XI.

Cenarono nella cucina illuminata da un gran fuoco. Fuori tutto era quieto sotto la luna il cui chiarore s’avanzava sulla soglia tentando di fondere la sua tenerezza placida con l’ardore di quell’interno pieno di passione.

Marianna offriva il pane e il vino e spargeva il sale come la sera della prima visita di Simone: era calma, quasi rigida. Suo padre aveva offerto ospitalità a Costantino, e non toccava a lei rompere le leggi dell’ospitalità.

S’accorgeva dell’incertezza dell’ospite e dell’equivoco in cui stava suo padre, ma aspettava che il primo se ne andasse per chiarire ogni cosa: taceva anche perchè il