Pagina:Della Porta - Le commedie I.djvu/205

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

prologo 195


Ecco ch’io non son quella che pensavate, ma son vostra amica; e io rinuovo e accresco i vostri diletti. Voi ne avete l’essempio in questa comedia. Una fantesca gelosa di un’altra fantesca, perché l’ha tolto il padrone ch’era suo innamorato, divien più ardente al servire. La moglie è gelosa del marito per questa fantesca, onde più l’ama e lo guarda. Questa fantesca che dà gelosia a tanti, è avelenata da gelosia di un forastiero romano, e per me divien più sollecita a procurar le sue nozze. Ecco qui le due fantesche che per gelosia se azzuffano insieme: cominciate a veder le mie prove, e lodate sempre la Gelosia.




Della Porta, Commedie. 15