Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/538

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


- 184 Sabino, di Gela, VII. 154.

Saet, popolo fisiatico, derivanto dagli Sciti, VII, 64; iufesti a Ciro, il quale mediti contr’essi una spedizione, I, 153; pagano tributo a Dario, III, 93; militano nell’esercito di Sera», VII, 64.

Sacco: il sacco abbisognar di farina, detto dei measaggari Samt agli Spartani, III, 46.

Sacerdoti Eglxlanl, II, 37, 38; vesti, ceriraonie e benefizi dd sacerdoti egiziani, II, 37; gli uffizi sacerdotali esercititi tatù dai tnasclii, II, 35.

Sacra scrittura, ado))eratA dagli Egiziani, II, 36.

Sacra Tla (V. Exampeo), nome d’un fonte amaro e del luogo ond’esso scaturisce, nella Scizia, IV, 35.

Sacrine!, con quali riti praticati dagli Egiziani, li, 30, 40; dagli Sliti, IV, 60, 61: modo tenuto dai Persiani nel fam i sacrifici, I, 132; s.icrlflci ingenti fatti ed ordinati da Creso ad Apollo Delfico, I, 50; sacrificio di vesti raulieljri fatte bruciare dentro una fossa da Periandro, per placare l’ombra di Melissa, V, 92; pubblici sacrifici presso gli Spartani, VI, 57; sacrifici fatti dai Greci avanti la spedizione, IX, 19, 33; sacrifici nc’misteri eleusini, Vili, 65; sacrifici umani, aborriti dagli Egiziani, II, 45 (cf. II, 119); praticati dagli Sciti, IV. 62,94; e dai Greci, VII, 197; sacrificio di due fanciulli, ’ ’ immolati da Menelao per placare i venti, II, 119;. . itti alle deità dei fiumi, VII, 112, )’14; non valgono sacrifici a scongiurare i decreti del fato, VII, 189, 191.

Sadiatte, figlio di Ardi, re della Lidia, I, 16; padre di. Vliatta, I, 16, 18; durata del suo regno, I, 16.

Sagarti, tribù di Persiani nomadi. I, 125; III, 93; VII, 85; pagano tributo a Dario, III, 93; loro modo di combattere, VII, 85.

Saffo, poetessa di Mitilene, malmena ne’ suoi versi il fratello Caraio, II, 135.

Sai, citta deUEgitto, II, 28, 50, 62, 163, 170; suo tempio di Minerva, II, 28, 59, 62, 170; festa c.lie vi si celebra in on^re di Minerva, II, 59, 62; sepolcro del Dio innominabilo n«l tempio di Minerva, li, 170; residenza del re Aprio, II, 163; Nomo Saite, abitato dagli Ermotib!, II, 165; tombe dei r« originari del Nomo Saite, II, 109; foco saitica del Nilo, II, 17.

Salo, naturalmente prodotto in grande quantità alla foce dal fiume Boristene, IV, 53; sale lacustre, VII, 30; colli di sale nei deserti della Libia, IV, 181-184; miniera di sale nella Libia, e case costrutte di grossi pezzi salini, IV, 185; pesci salati, fra i cibi degli Egiziani, II, 77.

Sala, città della Samotracia, VII, 59.

Sulamlnn, isola, rifugio dogli Ateniesi durante l’invasione persiana, VIII, 40, 50; memoranda battaglia di Salamina, Vili, 83, 84 e seg.; combaVWVsv \i«Mo «XAsan ^<,^w(ì che Aoulcara