Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/576

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


- 162

Peyron, sue ricerche critiche e sue conclusioni a proposito della misura dello scheno II, 1.

Phtah, divinità degli Egiziani, III, 5.

Pierî, dell’antica e della nuova sede da essi occupata, VII, 18.

Pino, dell’opinione di Erodoto e di altri antichi scrittori intorno alla infelice natura del pino, VI, 1.

Piramidi, da quali re egiziani e in qual tempo furono erette, e dei caratteri delle scritture incisevi sopra, II, 16, 17, 18.

Pitana, dove veramente sorgesse questa città, o borgo, ellenico, III, 8(cf. IX, 9).

Pitio, sue straordinarie ricchezze e principal fonte di queste, VII, 6.

Platea, del numero dei Greci morti nella battaglia di Platea, secondo Erodoto e secondo altri storici, IX, 12.

Polemarco, modo della sua elezione in Atene, prima e dopo la riforma clistenica, e suoi uffici presso gli Ateniesi e presso gli Spartani, VI, 21; VII, 42.

Polineneste, introduce a Sparta il nomo ortio, I, 5.


Ponto, della misura assegnata da Erodoto alla lunghezza di questo mare, IV, 18.

Portafiaccole, ond’è che entrasse in una formola proverbiale usata dai Greci, VIII, 3.

Pritani, se fossero una stessa cosa con gli Arconti, V, 13.

Proxeni di Sparta, loro ufficio, VI, 5.

R

Re di Egitto, dell’ordine cronologico di alcuni di essi secondo Erodoto e secondo altre testimonianze: opere ed edifizi monumentali da essi compiuti; durata de’ loro regni, ecc., ecc., II, 16-19, 22-26.

Religione egiziana e Religione greca, loro dottrine fondamentali, loro attinenze, secondo Erodoto e secondo la critica, II, 5, 6, 15, 20, 29.

S

Satrî, estensione del paese da essi abitato, VII, 17.

Scheno, valore di questa misura egiziana, secondo Erodoto e secondo altri scrittori antichi, II,1.