Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/125

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

111

a quelle che entrano un valore corrispondente al risparmio che si ottiene nel nuovo trasporto, ed ancora, sono le merci stesse condotte sui mercati con economia di tempo e di spesa pari a quella di qualunque altra nazione. Questi stati adunque non tarderanno a seguire l’esempio, e ne conosceranno anzi l’urgenza se vi sarà pericolo di rimanere soli, o di vedersi superati dall’attività altrui; essendochè in tal caso si perderebbe quella parte dell’utile da conseguirsi in concorrenza degli altri, mediante la parità di mezzi ed una consonanza di azioni. Nella necessità di avere le merci altrui, o nel bisogno di mandar fuori quelle di cui abbondano, quegli stati ravviseranno sempre utile il mondar le vie dagli ostacoli, ed ove d’uopo, l’infiorarle, onde allettare il