Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24

commerciante, che, per la maggior richiesta delle materie prime e delle merci manifatturate, interviene più spesso nelle contrattazioni, nelle quali è attor primo fra i prodottori, i manifatturieri ed i consumatori. Brevemente, le merci diminuendo di quel maggior valore, a cui le alzava il costoso trasporto, sono di facile acquisto ad un più gran numero d’uomini, e questa maggior consumazione accresce i benefizj dell’agricoltore, dell’artigiano e del trafficante, e li anima a più abbondante produzione.

Ma la facilità e la rapidità dei trasporti1 opera nell’azion de’ negozj ben altri singolari prodigj.

  1. Temono alcuni che lo stabilimento delle strade in ferro possa per avventura diminuire i lucri dei carrettieri e rovinare la loro industria. Ma dai fatti statistici offertici dal signor Johard vediamo che nelle contrade, ove esistono strade in ferro, il numero dei cavalli impiegati nei trasporti è maggiore che in quelle di cui ne son prive; il che devesi attribuire al maggior moto che prende il commercio delle strade laterali alle vie ferrate, le quali aprono un utile sfogo alle merci dei paesi latostanti. Vedasi la nota A in fine dell’opera.