Pagina:Delle strade ferrate italiane e del miglior ordinamento di esse.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
22

«Infatti nelle recenti vertenze politiche d'Oriente non pochi plausi ottenne il viceré d’Egitto, per aver permesso il transito delle corrispondenze attraverso i suoi Stati mentre la guerra ardeva in Siria e mentre appunto una squadra austro-britannica bombardava San Giovanni d’Acri.

«Per dirigere l’azienda delle corrispondenze il signor Waghorn stabili una coda in Alessandria. Adesso le lettere di Calcutta arrivano a Londra in sei settimane. Non vuolsi tacere come in seguito della maggior sollecitudine, il loro numero siasi aumentato in una proporzione veramente prodigiosa.

«L’anno innanzi che il signor Waghorn attuasse la sua intrapresa postale le lettere ricevute e spedite per la via del Capo, fra l’Inghilterra ed i suoi possessi indiani ascesero a 300,011. Nell’anno dopo che fu aperta la linea del signor di Waghorn sommarono a più del doppio, cioè a 680,842. Un tale aumento sarebbe appena credibile, se non risultasse da un documento ufficiale 1.

«Questo solo fatto somministra indizio sicuro del merito d'un’intrapresa che l’Inghilterra seppe apprezzare al suo giusto valore. Trattavasi infatti d'un avvenimento gravissimo come quello che segnava la via alla più strepitosa rivoluzione commerciale che si fosse operata dal quindicesimo secolo in poi. Eppure fece poco senso nei varii Stati continentali, e passò quasi inosservata in Italia. Nulladimeno era fatto un gran passo gigantesco. Ne vedremo or ora le immediate conseguenze 2.

«II commercio è simile ad un fiume; seguita il pendio delle circostanze. Il suo letto naturale è la via la più breve.

«La presa di Costantinopoli, la chiusura del Mar Nero, e la scoperta del Capo di Buona Speranza trassero il commercio delle Indie in una via artificiale. Ma sin d’allora era a prevedersi che prima o poi rimossi i sovrastanti impedimenti, sarebbe tornato a scorrere per l’antico canale.

«Questa grande, portentosa rivoluzione si opera adesso —


  1. Vedi il Morning Herald del 15 marzo 1841.
  2. Vedi il libro citato, pag. 60 a 63.