Pagina:Delli componimenti diversi di Carlo Goldoni 1.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

7

LA MASCHERATA

POEMETTO

IN OCCASIONE DELLE NOZZE

FRA SUA ECCELLENZA IL SIG.

LODOVICO REZZONICO ec.

E LA NOBIL DONNA CO: ec.

FAUSTINA SAVORGNAN.

TUtte le cose in sua stagion son belle.
     Bello è il goder, la Primavera, i Fiori;
     Bel piacere al seren di chiare stelle
     E’ andar l’Estate, a temperar gli ardori.
     Fra Pastori l’Autunno, e Pastorelle
     Meschiansi con piacer Dame, e Signori,
     Godonsi nelle frigide giornate
     Giochi, Feste, Teatri, e Mascherate.

Or che unisce Cupido a illustre Sposa
     Fortunato, gentil, Nobil Garzone,
     Per si bell’Imeneo vorrei far cosa
     Che addatar si potesse alla stagione.
     Musa, Tu, che sai far la spiritosa,
     Trova per queste Nozze un’invenzione.
     Siamo di Carnovale; a tuo talento
     Studia qualche novel divertimento


A 4 Ma