Pagina:Descrizione della patria del Friuli.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 22 -


Santa Maria de Gratie dove stanno frati di servi observanti.

Santa chiara dove stanno donne del hordine de san francesco conventuale.

San nicolo dove stanno done 1 de la celina conventuale.

Ge sono etiam 3 hospitali 2 luno deli quali ha de intrada cercha duc. 1000. gli altri veramente sono hospitj.


Luogi situati al Levante.


Distante da Udene cercha miglia X verso levante sun certo monticello in forma de uno casteluzo e posta una badia che se adimanda badia de rosazo 3 assai nota et famosa per la condictione deli optimi vini che nascono ivi e del R.mo Episcopo de Vicentia al presente el qual ne ha de intrada cercha duc. 1000 in 1500. Lutano da questa cercha miglia 5 et da Udene cercha XV in su un alto monte e posto un castello del

    gua volgar da fra Simone da Roma, tradotta in latino dal p. Daniele Papebrochio, ec. Udine. Pedro, 1760, 4.o

  1. Dove stano done. Non vi stanno più. Erano monache dissolute, più volte punite, e finalmente espulse. Ora la chiesa è convertita in parrocchia.
  2. 3 hospitali. V’erano più di tre ospitali. Non ve n’ha ora che un solo detto il Maggiore, nel quale sono concentrati alcuni altri, ed è ricco di molte migliaia di ducati.
  3. Badia de rosazo. Del 1502-1503, epoca in cui il Sanuto dettava la presente Descrizione, la Badia di Rosazzo era di Pietro Dandolo, che fu eletto vescovo di Vicenza, giusta l’Ughelli, nel 14 giugno 1501, e che ne fece l’ingresso, giusta il Barbarano, nel 13 marzo 1502.