Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani I.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 61 —

porte delle Chiese le guardie svizzere per far osservare gli ordini emanati sul rispetto delle medesime. A delineare meglio questa comica situazione chiudo con un curioso aneddoto stralciato dal Diario.

27 dicembre 1824. — «In seguito d’un editto pubblicato giorni sono dal Card. Vicario sul rispetto delle Chiese e particolarmente sul vestiario delle donne che ci vanno, sono seguite nelle Chiese delle scene curiose, e fra le altre ieri avendo la Contessa Montani nata Buonaccorsi (Signora delle più Pie ed esemplari di Roma) condotta a S. Maria in Via una sua bambina di 5 anni, che parve al chierico non vestita convenientemente, questi la obbligò a farla sortire di Chiesa e si espresse che anche la madre avrebbe meritato n simile trattamento».

Con questi energici provvedimenti le Chiese non correvano più alcun serio pericolo, ogni precauzione era presa.


Avvisaglie dì rivolta


Restaurato nel 1815 in tutti gli stati della Chiesa il potere temporale dei Papi, si credè cosa facile di poter anche ristabilire tutto l’antico stato di cose; ma il nuovo regime di libertà, goduto durante l’impero Napoleonico, e le fortunose vicende degli anni passati, avevano sensibilmente modificato gli animi dei fedelissimi sudditi della Chiesa. Già, prima ancora dell’occupazione Francese, avevamo cominciato a vedere non dubbie manifestazioni di sentimenti di libertà e di novità in ogni classe sociale, ora, dopo la restaurazione del Governo pontificio, che ben presto ritorna nell’antica via, questi sentimenti s’intensificano e prorompono di tanto in tanto in piccoli moti e ribellioni, forieri della prossima rivolta generale. Sono piccoli segni rivelatori di un avvenimento che matura, ma non per questo sono meno importanti e meritano meno studio; il Potere Temporale era destinato a perire, e queste periodiche manifestazioni mostrano chiaramente che il tarlo roditore, che ne minava l’esistenza, seguitava sempre la sua opera di distruzione. Noi vediamo questo povero Governo dibattersi tra i briganti, diven-