Pagina:Dickens - Il grillo del focolare, 1869.djvu/62

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 62 —


più o meno precisi, nè oltremodo esagerati; poichè piccolissime cordicelle traggono spesso uomini e donne a fare smorfie così strane, che le simili non si videro mai in altri balocchi.

Era nel bel mezzo di codesti oggetti che Caleb e la figlia sedevano intenti al lavoro. La cieca cuciva gli abiti a’ fantocci, mentre il padre dipingeva ed inverniciava il prospetto quadrangolare di una casetta conveniente ad agiata famiglia.

I travagli impressi ne’ lineamenti di Caleb e la sua aria meditabonda, che pareva di alchimista occupato in difficili studii, contrastavano a prima giunta con le sue occupazioni e le frivolezze che lo circondavano; ma quelle frivole cose, inventate a fin di pane, apparivano serie ad un tratto. E poi chi ci dice che Caleb ciamberlano, membro del parlamento, avvocato o speculatore fortunato, non si sarebbe dilettato di trastulli egualmente vani, ma forse meno innocenti?

— Voi dunque, caro babbo, ieri, sera eravate esposto alla pioggia col vostro bel vestito nuovo? disse la figliuola di Caleb.

— Proprio col vestito nuovo, rispose questi e volse lo sguardo al suo abito di