Pagina:Dickens - Il grillo del focolare, 1869.djvu/81

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 81 —

cennar del capo, ma ci volevano polmoni altrettanto robusti di quelli richiesti a pronunziare un elaborato discorso parlamentare.

Spesso un passeggiero, pedone o cavaliere che fosse, misurava il passo con l’andare del carro per il solo gusto di un po’ di ciarla ed allora si faceva un gran vociare dall’uno e dall’altro lato. E poi vi era Boxer che da sè solo attirava più gente attorno al carrettiere di quel che non avrebbe fatto una dozzina intera di buoni cristiani. Lunghesso la via lo riconoscevano tutti, segnatamente i polli ed i porci, che all’apparire di quell’agile corpo già messi in guardia, con le orecchie ritte e la coda all’aria, immediatamente si rintanavano senz’agognare l’altissimo onore di una più intima conoscenza. Esso del resto non aveva poco da fare; fiutando ad ogni cantonata, guardando ne’ pozzi, entrando ed uscendo da casini che erano su quella via, gettandosi fra le gambe delle scolaresche in passeggiata, facendo levare a volo i colombi, stizzendo i gatti che arruffavano la coda ed entrando nelle osterie con l’aria di un abituale consumatore.

E dovunque entrava era un affaccendarsi,