Pagina:Discorsi postumi del Signor Lellis di alcune poche Nobili famiglie.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
92 DELLA FAMIGLIA


ro Ottavio, c quelli del Configliero Qjjofrio, nel qual luogo fi
fono tante quei dun Ramo» qUantó quei dell ’altro, fempre mante¬
nuti nobilrnwàmente,cónfQrme $’ è pienamente provato dal do
Wlis, e nel primo dimorfo del fuo terzo tomo, & in, quefto,
benche nel primiero foglio di cito innocentemente errando) habbia
fatto trafeorrer fa penna con dire di dui Rami fudetti eflcrne flato
progenitóre ìl riientuato Guglielmo i mcntre il mcdcmò Scrittore-»
nel fuo terid tcàho diffe euerne flato Roberto fratello di quello]»
conformi efljtìtiuamente fà * e cofla anche dairantiche numerationi
fatte in diaera tempi, memorate antccedentemente dal medemo
SCrittoré > fi rende perdò chiara, Se indubitata l’identità di quefta
famiglia? Se che deriui dà vn’ifteflo pipite: Et acciò U curiofo
Lettore, non hàbbia bifogno rintracciare di nuoiio il Teftimonio
della pofTeffiotie di detto feudo, & priuatione di efTo fattali dal Rè
Carlo Prirao,.neiranmM2é9.? mi è parfo inferire le parole > che-/‘ fi leggono rid ’Priuilegio della coocc/Kone fatta dal detto Rè à Fi-
lij»^ó àt Muftarolo CauaHet Francefc y e fuo Màrrìciallo, che fu-*
roup anco rapportate daldcLeflisnell’altro difcorfo di quefia Fa-: miglia-/riel fuò it^Ho Tòmo» «piali fonò le feguenti. 4°
Ca^Juteratites gfavita awpta feritoia, qua Nobilis ViS Philippus
’ 4Ì‘Muparolo JDilefius, <^f. Cafttur* Palma fitum in JuJUiiariatu
’ *itèrta ’Lahprìs cuni bontttnbui òmnibui f Vaffallis} pojjejfiontbu s, ère,
’qttòd CkSru’m Gugl’telrius. lde Palmaprcdìior nefter tempore quo con-
’ ita’ fior rébeUibtiem dflumpfit ■> tenuit i & }>oJfedit i Necnon Demos-,’ Ó* pvjjtfjfones, qUas dtaus GugUeìtnus (de Palma, tn Neapoli, Auerfa>
Iti ola.) Ò* Cand{da> &c. £t redditus &c. qua ‘Marinus Capice prodi•
tot yiofier tetiuii,&c. Philippe de Mvftdrcìo^ baredibus eius^&c*
dynamuS) tradimus* fr concedimus. • vJ.J Armi, &? Irifegne di quefla iàmi£lià fono (vri campo roifTo dlvifò per
jorèiio i/ntfl? parte inferiore dei quale iòno due Sbarre d* argento
dalla parte fìfliflra, é dalla deftratmRamo di Palma; Nella parte poi
’fàpenote è polla ima Ho/a ùmilmente d* argentò» E benche que¬
lle Armi fianp un poco differenti da quelle, che vfà la famiglia del
"Configliero Ottaviovche gòde attualmente in Nola, nulla dimeno
devono ftipporfi rifletter menare là qualità dell* una, e l’altra Ar¬
me, è.propria dc> Nof mandi, tenendoci per indubitato, che detta
famiglia pei: fua antica? origine fia ufeita- dalla Normandia Provincia
dèlia Francia i nè quefla poca variazione dell’Armi esperà, chó
debbia giudicarci totalmente diflinta!*uqa famìglia dall’altra; im-
percioghc nella fòftariza non vi è alcuna variatione confidendo am¬
bedue ih Palm*Rota, *e Sbarre vnè s’oflerva divertirai fe non nel
modo3 dhe ftannofituàtie rtel Campo, e la chiarezza delle fcrit-
ttirc jc poblicì dodimefitì addotti ncl difeorfb, moflrano con evi-
denza li perfonaggiJ di iqùefto Ramò, di cui s’è parlato, èffer di-
fcefi pèfr retta liiiea da quei ^ che goderono le prerogacivtj di No¬
biltà in Nota Anzi ^tranfcunque ia detta poca’ dHfetftaa d*Àrmf
fufle maggiore, ò pure affatto diverfa i ciò nè anche farebbe ai^ómeii-
to’di far dififeremsa T una altra > e che T vna y e V altra don fiaufcicaDigitized by ^lOOQ le