Pagina:Discorso filosofico-politico sopra la carcere de' debitori.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(14)

tatori, e se si vogliono riguardare come legislatori, non si dovrebbero prendere da loro, che i principj generali del giusto, e dell’ingiusto; poichè l’applicazione di questi a’ casi particolari è stata da’ medesimi il più delle volte poco, o punto, o male eseguita1, e sono stati guidati più dallo spirito di ferocia, che di umanità. Per avere un sicuro riscontro della verità del mio detto serve gettare gli occhi sopra le leggi riguardanti la patria potestà, ed i servi: il padre poteva fino vendere i suoi figli, ed aveva sopra di essi il gius di vita, e di morte: il padrone aveva un coeguale diritto sopra i servi, e questi venivano nella classe delle cose, non delle persone. Come dunque si

  1. Vedasi l’Hotomanno nel suo Anti-Triboniano, o dissertazione de studio legum.