Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/222

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
INZ — 221 - IPO

Inzegnazo, sm. ingegnaccio.

Inzegner, sm. ingegnere.

Inzegnereto, sm, ingegneruccio.

Inzegneto, sm. ingegnetto, ingegnino, ingegnuccio.

Inzegno, sm. ingegno.

Inzegnosamente, avv. ingegnosamente.

Ingegnoso, agg. ingegnoso

Inzenerir, vn. incenerire.

Inzenociada, sf. genuflessione, inginocchiamento.

Inzenociadura, sf. inginocchiatura.

Inzenociar, va. genuflettere, inginocchiare, per sim. piegare le ginocchia.

Inzenocion, avv. ginocchione, ginocchioni, inginocchione, inginocchioni.

Inzensamento, sm. incensamento, incensata, incensatura.

Inzensar, va. incensare, — dar l’incenso.

Inzensier, sm. incensiere, turibolo.

Inzenso, sm. incenso, — olibano.

Inzepamento, sm. inceppamento.

Inzepar, va. inceppare.

Inzigantir, va. ingigantire.

Inzerada, sf. incerato: — „Un’incerato per metterlo nel letto del bimbo.“ — ..Negozio incerati ad uso de’ marinai;“ inceratura: — “L’inceratura della sala è troppo densa e vi s’appicciano i piedi“.

Inzerar, va. incerare.

Inzerciar, va. cerchiare: — „Quelle botti bisogna cerchiarle di nuovo;“ incerchiare: — „Incerchia quel ferro che’ così prende troppo luogo.“

Inzertamente, avv. incertamente,

Inzertezza, sf. incertezza.

Inzerti, smp. incerti, — proventi avveniticci, o avventizi.

Inzerto, agg. ambiguo, dubbioso, incerto, irresoluto, vacillante; sm incerto; esser inzer’o — sul dire, sul da farsi:- stare ambiguo, titubare, vacillare; lassar el zerto per l’inzerto, andar per la decima e lasciarvi il sacco; no bisogna lassar el zerto per l’inzerto, m. prov. non bisogna lasciare il certo per l’incerto, o il proprio per l’appellativo.

Inzesante, agg. incessante.

Inzidente, sm. incidente.

Inzidenza, sf. incidenza.

Inzisor, sm. incisore.

Inzider, va. incidere.

Inzinta, agg gravida incinta — e detto d’animali: accorpata, pregna: — „Donna gravida, o incinta.“ — „Asina accorpata, o pregna.“

Inzipriar, va. incipriare.

Inzirca, avv. approssimativamente, — a un di presso, a un incirca, circa*. incirca.

Inzision, sm. incisione.

Inzitadinar, vn. incittadinare.

Inzitar, va. aizzare, incitare, inizzare, provocare, spingere, stimolare.

Inzivil, agg. croio, incivile, malcreato, rozzo, zoticone.

Inzivilir, vn. incivilire; aggentilire; incittadinare, ingentilire.

Inziviltà, sf. inciviltà.

Inzopigar, va. lo stesso che intopigar.

Inzotar, va, azzoppare, azzoppire.

Inzucarada, sf. inzuccheramento.

Inzucarar, va. inzuccherare.

Inzuchimento, sm. assopimento, cascaggine, ’sonnolenza.

Inzuchir, vn. acciocchire, acciucchire, assopire.

Inzumbar, va. e vn. imbevere, impregnare; vnp. sobbarcarsi: — „Ha dovuto sobbarcarsi i figliuoli della cognata.“

Inzupar, va. inzuppare. lop, smf. bonaccio, buon cristianaccio, buon pastricciano, paziente, — una pasta di zucchero.

Iota, sf. specie di minestra grossolana. loza, sf. e derivati lo stesso che gioza, e derivati. lozetin, iozo, sm. briccica, briciolino, briciolo, ghiozzo, inezia, nonnulla, poco, pocolino, schizzo, zinzino.

Ipocrita, smf. bacchettone, baciapile, ipocrita, mangiaparadisi, schiodacristi sputainferni.