Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/294

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
ORE - 293 — ORO

Orecioni, smp. med. paròtide, e volgarmente anche: gattoni, od orecchioni.

Orefize, sm. orafo, orefice; gioielliere.

Orendo, orido, agg. orrendo, orribile, spaventevole, terribile; abbondine vole; cattivo, tristo; aspro, croio, grossolano, rozzo, rude; irto, ispido; incolto, squallido

Orfano, sm. orfano, — orbato de’ genitori: orbato del padre; orbato della madre; qualità e stato di chi è orfano: orfanità; pio luogo in cui vengono allevati ed educati gli orfani: orfanotrofio: — „Orfanotrofio S. Giuseppe.“

Organeto, orghineto, sm, organino.

Organizado, agg. armonioso, articolato, organizzato.

Organizar, va. disporre, ordinare, organizzare.

Organizazion, sf. organizzazione.

Organo, orghino, sm. organo; chi che fa organi, organaio.

Orgolio, sm. alterezza, fasto, grandigia, orgoglio, superbia.

Orgolioso, agg. altiero, orgoglioso, superbo.

Orgoliosazo, agg. orgogliosaccio.

Oricin, sm. orecchino, orecchinolo, pendente.

Orientai, agg. orientale.

Orientar, va. orientare.

Originai, agg. e sm. originale: — „Partita originale;“ particolare: — ^Individui particolari che non si giunge a comprenderli;“ sm autografo, originale; archètipo, protòtipo.

Originar, va. assegnare, o attribuire, dare, o prendere origine; esser cagione, — nascere, originare, procedere.

Orinada, sf. orinata.

Orinai, sm. orinale, pitale, vaso da notte.

Orinar, va. pisciare; frequente incitamento a pisciare accompagnato da bruciore e dolore: disuria; difficoltà di pisciare: iscupia.

Orizcntal, agg. orizzontale, — dell’orizzonte, o parallelo all’orizzonte.

Orizontar, va. orizzontare

Orlada, orladura, sf. orlatura; profilata.

Orlar, va, orlare; profilare.

Orletin, orleto, sm. orletto, orliccetto, orliccio, orluccio, orlicciuzzino, orliciuzzo.

Orlo, sm. orlo; orlo vivo, vivagno; impinir fina Vorlo — un recipiente, ecc.: empire in giro; esser sul orlo del prezipizio,, met. essere la candela al verde, - essere sull’orlo del precipizio.

Orloier, sm, oriolaio, orologiaio, orologiere, oriuolaio, oriuolaro

Orloieto, sm. orioletto.

Orloio, sm. oriolo, oriuolo, orologio; orloio de sol, cronoscopo, meridiana; — de aqua, clessidra; — de aqua, o de sabion, de la misura de un ora, ampoletta, ampollina; tirar su V orloio, caricare, o montare l’orologio; star col orloio in man, met. stare con l’orologio alla mano; mandar far ciavete de orloi, v. ciaveta

Orma, sm. orma; pedata, traccia, vestigio — pi. i vestigi, le vestigia e le vestigie; met. indizio, traccia.

Ormegiada, sf. ormeggiamento,

Ormegiar, va. ormeggiare, — dar fondo.

Orna, sf. bigoncia, bigoncio; orna.

Ornado, agg. adorno, ornato, vago, — abbellito con ornamento.

Ornamentai, agg. ornamentale.

Ornamento, sm. ornamento; antepagamento; gingioliera.

Ornar, va. abbellire, adornare, fregiare, ornare, pulcrare.

Oro, sm. oro; poet. auro; oreria, ori: — ^Pensate che la sola oreria della sposa era valutata un capitale;“ oro masizo, oro sodo: — „Catena d’oro sodo;“ un zerto oro — ed è modo vilificativo: oruccio, oruzzo; — „ Cadena de un zerto oro che mi no ghe dago fede. = Catena d’un oruccio eh’ i’ non ci presto fede;“ de oro,