Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/301

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
PAG — 800 — PAL

Pagnoca, sf. pagnotta; pan de pagnoca, pane di munizione.

Pagnocheta, sf. pagnottina. . Paia, sf. paglia; paia de impalar le careghe, buda, cordone, scarda, ulva; — taiuzada che se ghe da a le bestie mi- siada co la biava, impagliata; — del formenton, sanali; — intorno le fiasche, veste; — che se frega i cavai co i ariva sudadi, tortoro; un fil de paia, un filo di paglia, uno stelo di essa; no mover una paia, met. non muover paglia; esser solo paia, met. essere paglioso: — „ Frumento paglioso segala pagliosa vendemmia distrutta figuratevi la gioia;“ no poder mover una paia, met. non poter tirare un peto — è frase che ha sempre un seguito: — „ No se poi mover una paia che za lo sa tuto Trieste. = Non si può tirar un peto che subito lo sa tutta Trieste;“ omo de paia, agric. spauracchio, e met. testa di legno; paia de capei, v. capei; el mido che ga fame magna ogni qualità de paia, v. fame; o de paia o de fien basta che el saco sia pien, v.- fien; fogo de paia, v. fogo; col tempo e co la paia se madura anca le gnespole, ». gnespola; veder la paia nel odo dei altri e no el travo nei sui, v. ocio.

Paiaza, sf, pagliaccia.

Paiazada, sf. imbecillità, pagliacciata, pippionata.

Paiazo, sm. pagliaccio; pagliericcio, saccone; met. leggiero, sventato.

Paieto, sm. mar. paglietto.

Paiola, sf. forfora.

Paion, sm. pagliericcio, saccone; foie de paion, cartocci; andar a paion, coricarsi, — andare a letto; brusar el paion, met. abbruciare l’alloggiamento, — ^bruciare il pagliaccio, •— marinare la paga e le mancie, — dare un canto per pagamento.

Paiuza, sf. pagliucola, pagliuola, pagliuzza.

Pala, sf. palla; pallata; palletta; pala dei remi, palma del remo, — palmula.

Palada, sf. pallata; pallettata; a palade, sm. avv. a carra, a cestoni, a fusione, a pallate, in gran copia.

Paladina, sf. met.. compasso, fava, palatina.

Palafrenier, sm. pallafreniere, parafreniere.

Palamida, sf. zi. palamita sarda — pélamys sarda. Palandran, sm. palandrana, palandrano.

Palazeto, sm. palazzetto, palazzine, palazzuccio.

Paiazo, sm. palazzo, e poet. palagio; appartenente a palazzo reale: palatino: —“ ^Biblioteca palatina “ — „ Guardie palatine.“ pegg. di: palo: palaccio: — -Una vigna trasandata con certi palacci che non reggono oltre.“

Palazon, sm. palazzone.^

Palcazo, sm. palcaccio.

Palesar, va. appalesare, manifestare, palesare, scoprire, svelare, rilevare, far palese; tradire.

Paleta, sf. paletta; palettata: — figlia la paletta e recami una palettata di carbonigia.“ Paletada, sf. palettata.

Paieto, sm. paletto, paluccio; a paieto, m, avv. a vigna.

Palidazo, agg. pallidaccio.

Palideza, sf. pallidezza, pallore.

Palidizo, agg. pallidiccio,

Palido, agg. emaciato, pallido; di un pallido tendente al gialliccio: amariglio

Paliduzo, agg. pallidetto, pallidino, palliduccio.

Paglierin, agg. pagliato: — , Aceto pagliato.“ — “Cappello pagliato e vestito crema.“

Palma, sf. palma; hot. palma, palmizio; logo pien de palme,. palmeto; met. gloria, onore,- vittoria; palma de la man, palma della mano; portar in palma de man, met. portare, o tenere in palma di mano.

Paimar, agg. chiaro, evidente, palmare.

Paimeta, sf. mar. carabottino.

Palmon, polmon, sm, polmone; chi che ga polmon, polmonuto: — „I pesci non sono polmonuti.“ — „Gasteropode- polmonuto;“ spudar el polmon,