Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/332

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
POE - 331 — POL
poetonzolo, poetuzzo, semipoeta, versificatorello, poetino.

Pogiar, va. mar. poggiare.

Poiana, sf. zi. abuzzago, astore, falco bozzaco, o falco buteo — astur palumbarius.

Polame, sm, pollame, — la bassa corte.

Polar, agg, polare.

Polastra, sf. pollastra; polastra castrada, capponessa; met. fanciulla, zitella.

Polastrin, sm. pollastrello, pollastrino.

Polastron, sm. pollastronaccio, pollastrone.

Polastro, sm. pollo; met. destro, sagace; colombo da pelare, merlingotto, merlotto, — e quando vedono giungere il polastro aspettato usano dire: eccolo il contadin co’ polli; conosser i polastri, o i su polastri, met. conoscere i suoi polli; spetar che piovi in boca polastri friti, m. prov. aspettare che le lasagne piovino in bocca; i polastri friti no piovi in boca, prov. al porco peritoso non gli tocca pere mezze, — l’anguilla che vuol mangiare insalata bisogna che venga a terra, — chi vuol il pesce bisogna che s’immolli; i putei e i polastri no xe mai sazi, m, prov. ragazzi e polli non si trovano mai satolli.

Polastruzo, sm. pollastraccio, pollastrotto, polluccio.

Polca, sf. polca; butarla in polca, met. mandare, o mettere in niccherà.

Poldo, nome proprio, di persona: Leopoldo.

Polegana, sf. astuzia, politica, sagacia, scaltrezza.

Polena, sf., mar. schiocca.

Polenta, sf. polenda, polenta; met. macco; la prima classe elementare; butar la polenta fora de la caldiera, rovesciare, e meglio: scodellare la polenda; polenta me stenta, capon me sa de bon — ribobolo popolare di chiaro significato.

Polentada, sf. polenta grande; scorpacciata di polenda.

Polenton, agg, e sm. grassone, mangiapolenda, polentone; scolare della prima classe elementare.

Polesan, agg. e sm. polese, — di, o da Pola.

Polesat, sm. animaccina.

Polin (ocio), v. in ocio.

Politicon, agg, e sm. politicone.

Polize, sm. pollice; dedo polize, antichiro, pollice

Polmon, sm. lo stesso che palmon.

Polmonzin, sm. polmoncello, pulmoncello.

Polmonar, agg. polmonare.

Polo, sm. geogr.polo; zi. pollo.

Polonia, nome proprio di persona: Apollonia; bot. apollonia — apollonia imperialis.

Polpa, sf. polpa; polpacciuolo; pien de polpa, polpacciuto; polpa de la nosa, gheriglio; chi che ga magnà la polpa che rosighi i ossi, lo stesso che chi che ga magnà la carne che rosighi i ossi, v. carne.

Polpeta, sf. polpaccia, polpetta.

Polposo, agg. polposo, polputo.

Polso, sm, polso; manichino, polsino; met. forza, possibilità; polso regolar, med. polso regolare; polso iregular, med. polso aritmo; polso debole, med. polso languido, o polso tardo; tastar el polso, met. tastare uno; omo de polso, met. uomo di polso.

Poltrir, vn. poltroneggiare, poltrire, — stare nel poltro, — vivere poltronescamente.

Poltron, agg. disutilaccio, fuggifatica, infingardo, perdigiorni, pigro, poltro, poltrone, poltroniere, poltroniero, schifanoia, scioperone.

Poltrona, sf. poltrona, seggiolone; poltrona de distvrarse — s’intende poltrona ampia, e comoda, da potervi stare agiatamente sdraiato: poltrona a sdraio.

Poltronaria, sf infingardaggine, neghittaggine, pigrizia, poltronaggine, poltroneria.

Poltronaza, sf. poltroncina.

Poltronazo, agg. e sm. infingardaccio, poltronaccio, poltroncione.

Poltronezo, sm. lo stesso che poltronaria.