Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/448

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
STE — 447 — STI

Stranudo, sm. starnuto.

Straobligar, vn. arciobbligare.

Straocupar, va., arciocoupare.

Strapada, sf. strappata, stratta; strappatura: — „Causa quella strappatura perdette un dente.“

Strapagar, va. strapagare, trapagare.

Strapar, va. accaffare, aggaffare, arraffare, strappare; spiccare.

Straparlar, va. straparlare; met. biasimare, sparlare.

Strapasar, va. e vn. inoltrarsi, oltrepassare, trapassare.

Strapaza, sf. t. d’agricoltura: gravina.

Strapazada, sf. intemerata, rabbuffo, strapazzamento, strapazzata, sgridata rimprovero, riprensione, spellicciatura.

Strapazado, agg. strapazzato; abborracciato, acciarpato, — tirato via e fatto alla peggio.

Strapazador, sm. strapazzatore.

Strapazar, va. rampognare, maltrattare, rimbrottare, sgridare, svillanneggiare; fare abborracciatamente, in fretta e furia, senza considerazione, a strappabecco; strapazar un tantin, strapazzucchiare; strapazar la roba, met. gualcire, malmenare, sciupare, sgualcire, strusciare, i panni, le vesti, ecc.

Strapazo, sm. strapazzo; roba de strapazo, cosa da strapazzo; vistilo de strapazo, abito usuale

Strapazon, sm. sciupatore: — ^Datelo in mano a quello sciupatore e ve lo sfulmina issofatto; ’ dissipatore, sperperatore: — , Batti e pesta, l’ha sposato: uno sperperatore che finirà mendico;“ affaticante, affaticatore, attivo, fuggiletti, laborioso, — uomo da bosco e da riviera.

Strapiantar, va. trapiantare, traspiantare.

Strapiover, vn. strapiovere.

Strapiaser, vn. strapiacere.

Straponto, agg. trapunto,

Strapon, sm. strappamento, strappata.

Straponzer, va. raffrignare, trapungere.

Straponzidura, sf. passatura, trapungitura; straponzidura mal fata, frinzello, raffrigno.

Straportar, va. trasferire, trasportare.

Straporto, sm. trasferimento, trasportazione trasporto.

Strapregar, va. strapregare.

Strarichir, va. e vn. straricchire.

Straripar, on. straripare; erompere.

Strasaver, vn. strasapere.

Strasentir, vn frantendere, traudire: — „Scusatemi, aveva franteso;“ strasentire: — „Yi si appalesa fredda la Cecilia, credetelo però a me, ella sente e strasente.“

Straservir, va. straservire.

Strasgionfir, va. stragonfìare.

Strasinada, sf. trascinatela.

Strasinamento, sf. strascicamento, strascinamento, strascinìo.

Strasinar, va. strascinare, trascinare: — .N’ è vero eh’erano in cinque a trascinare quel masso ?;“ trascicare: — „S’ è trascicato fino in chiesa nella superstizione di guarire;“ strasinar el vestito, strascicare, o trascicare le vesti; no poderse nanca strasinar, met. essere sulle cinghie, — seminare i frasconi, o aver seminato i frasconi.

Strasino, sm. codi calca, strascico: — „Beata la moda manco non ci son più strascichi.“ Strasintir, lo stessso che strasentir.

Strasordinar, va. e vn. disordinare; gozzovigliare.

Strasportar, e derivati, lo stesso ohe trasportar e derivati.

Strataiar, va. stratagliare

Stratempo, sm. bufera, burrasca, maltempo.

Strato, sm. strato; meter a strati, stratare, stratificare; che xe a strati, stratoso.

Stravacada, sf. sdraiata.

Stravacar, va. sdraiare, strattare.

Stravagante, agg. stravagante, — cervello eteroclito, o cervello balzano; esser, o far el stravagante, fare il beli’ umore.