Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/455

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

SUGrcare, stentare; roba che. fa sudar, t. med. diaforetico, sudorifero, sudorifico; sudar un poco, sudacchiare; sudar fora per fora, o sudar anca la camisa, andare, o risolversi in sudore; esser de sudar, met, sudare i capelli: — „La compilazione di questo libro mi ha fatto sudare i capelli da maledetto senno;“ esser sta. de sudar, met. sudato: — „Son stati anni sudati quelli della rivoluzione;“ far sudar, met. far sudare chi si sia senza eh’ abbia caldo; poder pissar in leto e dir che se ga sudò, prov. poter pisciare in letto e dire che si è sudato, — fatti buon nome e piscia a letto e’ diranno che -tu hai sudato; xe meio sudar che tesser, m. prov. è meglio sudare che tremare.

Sudizion, sf. suggezione.

Sudor, sm. sudore; met. mercede, premio; esser un sudor, o esser in un lago de sudor, o esser tuto in un sudor, andare in sudore, — risolversi in sudore, — essere in un bagno di sudore, — essere fradicio mezzo di sudore: — „Se camino mesa ora son tuto in un sudor. - Se cammino mezza ora me ne vo in sudore;“ con assai sudori,’ met. a minuzzoli di pane: — „ Posto ottenuto a minuzzoli di pane;“ vignir i sudori fredi, o vignir i sudori de morte, met. venire il sudore, o venire i sudori della mòrte.

Suesa, sf. crepaccio, fessura; fenditura. èuf, sm. farinata; met. macco: — „E’ .ella polenda cotesta? tanto vale chiamarla macco.“ Sufiada, sf. soffiamento, soffiata, soffio; soffiatura; met. istigamento, sobillamento

Sufiar, va. buffettare, soffiare; sbuffare; met. suggerire; stentare; tribolare; far pippo: — „Uno de’ congiurati ha fatto pippo e la congiura fu sventata; 1 sufiar nel zogo de la dama, buffare; — col folo, affollare; — soto, o sufiar ne le rece, met. soffiare nel fuoco, — incitare, istigare; soffiar negli orecchi, o soffiare parole negli orecchi; — dei legni quando che i se brusa, cigolare.

Sufio, sm, soffio.

Sufion, sm, soffiata; soffione; met. delatore, marachella, spia.

Sufisticar, e derivati, lo stesso che sofisticar, e..derivati.

Sufita, sf. soffitta; tirar zo de sufita, met. tirar giù, — tirar sagrati, attaccarla al ciel del forno.

Sufitado, agg. soffittato.

Sufitar, va “soffittare.

Sufito, sm. soffitto.

Sufragar, va, giovare, soccorrere, suffragare.

Suga, agg. appassito; asciugato; secco; riarso.

Sugada, sf. asciugamento, rasciugamento, rasciugatura.

Sugaman, sm. asciugamani, asciugatoio, sciugamano.

Sugar, va. e vn. appassire; asciugare, asciuttare, rasciugare, rasciuttare, seccare; sugar un poco, prosciugare; sugar le lagrime, tergere le lagrime: — „ Tergi, o bella, la lacrima casta;“ sugar la scarsela, met. rasciugare le tasche; — le piaghe, met. essere fra Fazio che rifaceva i danni, asciugare le piaghe metterci le pezze e l’unguento; — le barche, co le ga aqua dentro, aggottare le barche; —-al sol, assolinare; — a poco a poco, suzzare; sugarla, met. camparla: — ,,0 non l’ha campata il briccone con un pò di paura;“ sugar, o -sugarse, t. de’ giuocatori di carte: assolare:. — „Com’hai fatto assolarti l’asso dacché sapevi che l’avversario teneva in mano il venticinque !“

Sugatoio, sm, asciugatoio, sciugatoio.

Sugerida, sf. suggerimento.

Sugeridor, sm. rammentatore, suggeritore.

Sugerimenfo, sm, suggerimento, suggestione; sugerimento cativo, immistione.

Sugerir, va. rammentare, suggerire, soffiare: — „Non so la lezione, soffiami se mai vengo chiamato;“ proporre, suggerire: — „Estremi suggeritigli dalla disperazione.“

Sugezion, sf. soggezione, suggezione.