Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/502

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
VER — 501 — VER

Verigolada, sf. succhiellamento: — „Lascia ch’io dia un succhiellamento, e vedremo;“ succhiellata: — „ Infame o non gli ha dato una succhiellata in. un occhio.“ Verigolar, va. succhiellare, succhiellinare.

Verigoleta, sf. succhielletto, succhiellino.

Verità, sf. verità, veritade, veritate; dir la verità, dire la verità, dire il vero, dire il vangelo di San Giovanni, o semplicemente: dire il vangelo; no se poi saver una verità de qua in piaza, met. non si può sapere il vero dal naso alla bocca; la verità xe una sola, rn. prov. la verità è una sola; la verità xe come l’oio che sta sempre per sora, prov. la verità è come l’olio che viene sempre a galla; chi disi la verità vien impicado, m. prov. la verità è madre dell’odio, — ’ del vero s’adira l’uomo, — di’ il vero ad uno ed è tuo nemico, — chi dice la verità è impiccato — e con Terenzio: Obsequium amicos, verilas odium parit; la boca voi dir la verità, m. prov. la bocca vuol dire il vero, — tal si burla che si confessa; tute le verità no se poi dirle, m. prov. un bel tacer non fu mai scritto, — ogni vero non è ben detto.

Veritier, aqg. verace, veridico, veritevole, veritiere, veritiero.

Vermena, sf. t. degli uccellatori: vergelle».

Vermeto, sm. vermetto, vermiccioluccio, vermi ccioluzzo, vermiccinolo, vermicello.

Vermilio, agg. e sm. vermiglio

Verminoso, agg. bacato, vermicoloso, verminoso.

Vermo, sm. zi. baco, verme, vermine, vermo; verino solitario, tenia — di gerì. fem.: — ,.Antelmintico per espellere la tenia “ — Bambino martoriato dalla tenia;“ — nei budei — varie specie di vermi intestinali fra le quali le più comuni: l’ascaride lombricoide — ascaris lumbricoides, e l’ossiuro — oxyrus vermicularis; medizina per far andar via i vermi dei budei, antelmintico, vermifugo; vermo de tera, lombrico — lombricus agricula; — che rosiga i alberi de fruto, dormiglione; — che rosiga i pali in aqua, bruma, teredine; vermi che i mosconi fa su la carne, sul pesse, ecc. cacchioni; vermi che rosiga i bisi, el for mento — e simili: tonchi; vermi che rosiga la carne seca, marmeggie; pien de vermi, bacato, vermicoloso, vérminato, verminoso; logo dove che se fa vignir i vermi, verminaria: — «Nel pollaio hanno la verminaria e i polli vi si pascolano.“

Vernisador, sm. inverniciatore, vernicialo, verniciatore.

Vernisadura, sf. verniciatura.

Vernisar, va. inverniciare, vernicare, verniciare.

Vernise, sf. vernice: — „.Due chilogrammi di vernice;“ inverniciatura, verniciatura: — Pessima inverniciatura cotesta che già screpola;“ met. apparenza, illusione, orpello; vernise de le pignate, de le scodele — e simili: marciacotto.

Vero, agg. acconcio, adatto, atto, idoneo, vero; verace, veridico, veritiero; sm. verità, vero; vetro; che no par nanca vero, met. inaudito: •— „Nefandità inaudite.“ — inaudita spudaratezza;“ carta de vero, art. e mest. asprella; per vero, m. av. da vero, di vero, in vero; no parer nanca vero, parere assai, — non parer vero; no sarà mai dito vero, no.n sarà giammai; no xe vero? n’è vero? — non è vero? xe ben vero, è ben vero; vero come che xe Dio, vero com’è vera la verità, vero come il padrenostro, o vero come l’evangelo

Versa, sf cercone: — „I)a cattivo pagator vino o cercope.“

Versado, agg. esperto, pratico, versato.

Versar, va. e vn. versare; traboccare.

Versazo, sm. versaccio.

Versegiar, va. verseggiare, versificare, mettere, o porre in versi.

Verseto, sm verserello, versetto, versicciuolo, versucciaccio, versuzzo.

Version, sf. rivolgimento, ver