Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
BER - 55 — BET

filava, loc. prov. essere finita la vignuola, — non essere più il tempo di Bartolomeo da Bergamo, •— non essere più il tempo che Berta filava.

Berto, nome proprio di persona: Alberto.

Bertuela, sf. lo stesso che bartuela.

Berzamin, agg. e sm. marzemino, marzimino: — „S. Croce è rinomato pe’ suoi vigneti di marzimino.“

Bestema, bestemia, sf. bestemia, bestemmia, imprecazione; bestema assai granda, bestemmia ereticale; le bestemie le va dosso di chi che le disi, o le bestemie le va le va e po le casca dosso a chi le da, prov. le bestemmie fanno come le processioni, ritornano di dove sono uscite, o tornano onde si partirono, — la bestemmia gira gira, torna addosso a chi la tira.

Bestemada, sf. bestemmiamene.

Bestemador, sm. bestemmiatore, bestemmievole, bestemmione.

Bestemar, bestemiar, va. bestemmiare, imprecare, dir, o proferir bestemmie, e per sim. attaccarla al ciel del forno, — cantare, o dire il paternostro, o l’avemmaria, o l’orazione della bertuccia, — dir l’orazione della scimmia, — tirar giù, — tirar moccoli, — tirar sagrati.

Bestia, sf. animale, bestia, bruto, e per sim. essere irragionevole; di bestia, degno di bestia, animalesco; al modo delle bestie, all’animalesca; tutti gli animali assieme, la fauna: — „La fauna europea; la fauna asiatica;“ — bestia carnivora e feroce, fiera, e poet. fera; bestia con due gambe, bipede; — con quatro gambe, quadrupede; — con sic, esapodo; — con più de sie, moltipede, polipede; — senza gambe, apodo: — „Le serpi sono animali apodi;“ — con do teste,, animale bicipete; — con quatro man, quadrumano; — cole ale, animale alato; — co la coda, animale caudato; — senza coda, animale scodato; — coi corni, animale cornigero, o cornuto; — che magna solo erbe, erbivoro; — che magna solo carne, carnivoro; — che magna de tuto, onnivoro,; bestia salvadiga, animale selvaggio, bestia salvatica; bestia de mazelo, animale da macello; — che vìvi in ter a e in aqua, anfibio; — granda e magra, buscalfana, scalfana; — che ga voi a de star zo, animale covaticcio: — „ Qitela galina ga voia de star zo. = Quella gallina è covaticcia;“ animale restio e calcitroso, bicciughera; gli animali caprini e pecorini castrati, bazzanella; bestia favolosa, mezza uomo e mezza cavallo, centauro; — favolosa, mezza asino e mezza toro, onocentauro; — favolosa, alata, quadrupede, aquila nella parte anteriore e leone nella posteriore, grifo; andar in bestia, met. andare, entrare, montare, saltare in bestia, o in su la bica; far de bestia, bestialeggiare; viver come una bestia, vivere animalescamente, — vivere a ino’ d’una bestia; conosser la bestia, o conosser l’limar de bestia, met. conoscere l’umor della bestia; esser la bestia de strapazo, met. arrabbiarsi addosso ad uno, — essere la panca delie tenebre, — essere il gufo della veglia; far andar in bestia, sformare. Yerbo calzante, perchè: Iratusque Chremes tumido diligat ore.

Bestiai, agg. bestiale.

Bestialità, sf. bestialità; far una bestialità, fare un errore madornale, — un’azione assurda, irragionevole, o riprovevole.

Bestiame, sm. bestiaglia, (Ristoro d’Arezzo) bestiame.

Bestiaza, sf. animalaccio; met.. bestialaccio: ’— ,.Quel bestialaccio d’un fabbro sfoga il suo mal umore sui poveri apprendisti.“

Bestiola, bestiolina, bestiuza, sf. animalculo, animaletto, animalettucciaccio, animalino, animalucciaccio, animaluccio, animaluzzo, besticciuola, bestiola, bestioletta, bestiolina, bestiolino, bestiolo, bestioluccia, bestiolucciaccia, bestiuola, bestiuolo.

Bestion, sm. animalone; met. bestialaccio — v. esem. in bestiaza.

Beta, sf. nome proprio di persona: Elisabetta; esser siora Beta de la lingua scela, met. dar le carte alla scoperta, — chiamar la gatta gatta e non micia, — non aver pelo sulla lingua.