Pagina:Eminescu - Poesie, 1927.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXx Introduzione


lei alla follia, e non riesco ancora a dimenticarla! Ho anche scritto delle poesie per lei. — Avrei voluto conoscere altri particolari più precisi di questo amore; ma s’era fatto giorno, la porta s’aperse e ci separammo. Eminescu infatti abitava un po’ più lontano, nella medesima Dianagasse.

— Ne parleremo un’altra volta! — mi disse allontanandosi, ma ogni volta che, dopo quella sera, ho cercato riprender la conversazione su quest’argomento, non ha voluto più dirmene nulla e mi ha risposto:

— Eh, sciocchezze! —

Ed eccoci abbastanza informati intorno a questo giovanile e zingaresco amore di Eminescu per la giovanissima attrice, amore che si riflette in tante delle sue poesie giovanili! 1

Passando la compagnia per Botoşani, Eminescu potè essere riacchiappato dalla famiglia e, dopo molte insistenze, il vecchio Eminovici riuscì a persuadere il figliuolo a recarsi con lui ad Ipotești, dove giunto, non riuscì più a sfuggire alla sorveglianza paterna e a tornare al suo posto di suggeritore. Fu sequestrato formalmente, gli furono nascosti gli abiti, lasciandolo in camicia e in mutande, finché la compagnia Pascali non fu partita da Botoşani. I rimproveri e le persuasioni che gli cadevano addosso da ogni parte dai membri della sua famiglia lo fecero decidere finalmente a rinunziare alla vita di attore e a partire per Vienna coll’intenzione di studiarvi filosofia 2

A Vienna Eminescu ritrovò molti de’ suoi compagni di ginnasio di Cernăuţi fra cui lo Stefanelli, Samuele Isopescu, Ioan Luța e Iancu Cociaschi che furon tutti lietissimi che Eminescu si fosse finalmente deciso a prender la licenza liceale (Maturitätssprung). Poi che il

  1. (1) Cfr. soprattutto: Ad un’artista e L’amore di un marmo.
  2. (2) Cfr. Memoriul redatto su testimonianza del cap. Eminescu in Zaharia, op. cit., p. 24.