Pagina:Erodiano - Istoria dell'Imperio dopo Marco, De Romanis, 1821.djvu/170

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
166 erodiano


poco dopo si ammazzò, non si sa se spontaneamente, o per averne avuto comando. Questo fine ebbe Antonino e sua madre Giulia, dopo aver vivuto di quella vita che dicemmo, e lui imperato non più di sei anni dopo la morte del fratello.

Morto Antonino, si trovando i soldati tutti confusi ed incerti, stettero due giorni senza imperadore, occupandosi insieme della scelta da farsi. Imperocché ebbero nuove che veniva a grandi giornate Artabano per vendicarsi dell’ingiuria sofferta, e per placare col sangue loro le anime di quelli che uccisi furono in mezzo alla pace e a’ conviti. Eleggon dunque imperadore Audenzio, uomo intendente di guerra e capitano di fama illibata. Questi però se ne scusò allegando la sua vecchia età. Allora si voltarono a Macrino, a insinuazione principalmente de’ tribuni, i quali furono dopo la morte di lui, come diremo di poi, sospettati d’aver cooperato all’assassinio di Antonino. Dettero dunque i Soldati l’imperio a Macrino, non tanto perchè avessero in lui fiducia ed amore, quanto mossi dalla necessità e dall’occorrenza presente. Fatta questa elezione, ecco sopraggiungere con grand’isforzo Artabano alla testa di numerose truppe, e traendosi appresso un forte corpo di cavalleria, lancieri infiniti, e uomini in su’ camelli ar-